In piazza per la pace con Sant’Egidio 300 alunni delle scuole medie

Questa mattina in piazza Duomo anche testimonianze di ragazzi fuggiti dalla guerra

Questa mattina in piazza del Duomo 300 alunni delle scuole medie inferiori hanno risposto all’appello della comunità di Sant’Egidio per gridare «Sì alla pace, no alla guerra». Un peace-mob che segue quello della scorsa settimana al castello che aveva coinvolto 1500 bambini delle scuole elementari.

«I bambini e gli adolescenti hanno molto chiaro l’orrore della guerra e questa loro chiarezza non va tacciata di ingenuità – commenta la presidente di Sant’Egidio, Daniela Sironi -. Al nostro invito hanno riposto gli alunni delle scuole Bellini, Pajetta, Boroli, Immacolata e San Lorenzo che hanno preparato una serie di cartelli e cantato slogan a favore della pace, hanno letto testi poetici; gli alunni del liceo Casorati hanno suonato pezzi musicali. Durante l’evento ci sono anche state testimonianze dirette di ragazzi che provengono da zone di guerra: una ragazza siriana giunta qui da bambina, un’ucraina a Novara con la mamma da otto anni e altri adolescenti appena fuggiti dal conflitto».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL