Attualità Provincia Trecate

Il Bioparco di Trecate ha le sue “casette” per le api solitarie e anche due alberi in più

Un progetto per tutelare la biodiversità. Le casette hanno scatenato qualche confronto fra il Movimento 5 stelle e i "Volontari per l'ambiente Trecate": "Non vogliamo farci pubblicità, ma neanche che qualcuno si prenda il merito di idee non sue"

Sempre più uno spazio dedicato alla natura e alla possibilità di poterla ammirare. Sono state posizionate mercoledì 20 maggio, nel pomeriggio, le due “Bee hotel”, le casette per le api solitarie al Bioparco di Trecate. E in più sono stati piantati due alberi del miele. Un’iniziativa che al Comune non ha potato alcun costo, viste le donazioni di privati cittadini e del gruppo “Volontari per l’ambiente Trecate”.  

«Oltre allo stagno delle libellule e per tartarughe e pesci, al Bioparco andiamo così ad aggiungere un ulteriore elemento di tutela della biodiversità, a cui è stata dedicata la Giornata mondiale del 22 maggio – ha detto l’assessore Roberto Minera – Gli insetti che popolano l’area, oltre alle due piante di Evodia messe a dimora proprio ieri, arricchiscono il patrimonio ambientale che in questi anni l’Amministrazione ha coltivato per le generazioni di oggi e di domani».

Una bella notizia, ma questi bee hotel sono stati frutto anche di una, seppur minima, polemica. A rivendicare come propria l’idea è stato il gruppo Cinque stelle: «Il 27 novembre abbiamo presentato una mozione in commissione proprio per la collocazione di bee hotel, mozione che è stata bocciata. Forse sarebbe opportuno evitare di appropriarsi di idee altrui», dice il consigliere di minoranza Claudio Colli.

E’ stato il gruppo dei volontari a voler rispondere: «Non siamo un gruppo politico, è un tema che lasciamo fari agli altri, – dicono – vorremmo però precisare che l’idea deli bee hotel è emersa dopo la serata dedicata alle Api e alla loro salvaguardia dello scorso 4 novembre 2019. Proprio in quella occasione venne spiegato il nostro progetto ed i tempi per la realizzazione, già programmata per questa primavera. I “bee hotel” è un nostro progetto, da noi presentato tramite l’assessore Minera e con lui studiato e sviluppato già a ottobre».

 

 

I volontari sono particolarmente attivi: in questi mesi sono stati i protagonisti di diverse aree verdi della città, pulite anche più volte a causa dell’inciviltà di alcuni, hanno posizionato 20 alberi in occasione della Giornata dell’albero nel 2019, acquistati grazie al Gruppo Giovanile di San Martino, hanno pulito Piazza San Clemente, piantumato uno spazio verde in via Parazzolo, hanno preso in carico la zona verde in via Pertini.  «In tutte queste occasioni nessuno dei signori, rappresentati dal signor Colli, si è presentato per “visionare o collaborare”. A noi non piace farci pubblicità, quello che facciamo, lo facciamo per piacere personale e per amore verso il nostro pianeta, ma non ci piace neppure che qualcuno voglia attribuirsi idea e progetti nostri, come suoi ed usarli per fare politica. Invitiamo Colli e i colleghi, oltre ai cittadini che lo desiderano, a unirsi a noi per fare insieme qualcosa di concreto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati