“I Martedì di Casa Bossi” con gli imprenditori locali

Grande successo per l’iniziativa “I Martedì di Casa Bossi” una serie di incontri che ha avuto come protagonisti gli imprenditori locali iscritti al Circuitolinx e il palazzo antonelliano.

L’appuntamento si è svolto nei martedì di giugno e luglio (esclusa la serata calcistica nazionale) e ha visto complessivamente varcare il portone di via Pier Lombardo una quarantina di partecipanti, tutti titolari di aziende, liberi professionisti ed esponenti del mondo associativo.

Lo scopo era quello di avvicinare il mondo delle imprese all’ arte e alla cultura e scoprire gli intrecci e le relazioni che si possono sviluppare a beneficio del territorio.

Gli incontri prevedevano una breve visita guidata, condotta dalle appassionate e instancabili guide del Comitato d’Amore di Casa Bossi, seguita da un piccolo rinfresco che, creando la giusta dimensione di convivialità e accoglienza, ha consentito agli astanti di approfondire e rafforzare il sistema di relazioni che è alla base dell’operatività del Circuitolinx.

E’ importante sottolineare che al momento del commiato, tutti i partecipanti hanno espresso l’intendimento di fornire sostegno al Comitato nelle più svariate forme (tesseramento, donazioni, progettualità condivise) ma la cosa più significativa è che lo hanno fatto in Linx.

«Sicuramente replicheremo – afferma Alessandro Brandoni, referente locale del circuito – . Il nostro compito è fornire soluzioni e strumenti al servizio dell’economia locale a partire dal ripensamento del mezzo di scambio. Ogni giorno aiutiamo imprenditori a soddisfare bisogni preservando la propria liquidità ma crediamo fortemente nella sinergia tra cultura e impresa perché se è vero che la “bellezza salverà il mondo” vogliamo stare dalla parte di chi la preserva, la custodisce e la difende».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *