Comunali Arona e altri 5 centri: spoglio dalle 9 di martedì mattina
21 settembre 19:44
Referendum, Provincia di Novara definitivo: SI 97.730 voti (69,68%); NO 42.532 voti (30,32%)
21 settembre 18:44
Referendum, affluenza definitiva: Italia 53,84%, Piemonte 51,55%, Provincia 50,48%, Novara città 47,28%
21 settembre 18:39
Referendum, NOVARA definitivo: SI 67,61%; NO 32,39%
21 settembre 17:55
Referendum, a Trecate (definitivo): SI 74,65%; NO 25,35%
21 settembre 17:28
Referendum, a Galliate (definitivo): SI 73,17%; NO 26,83%
21 settembre 17:22
Referendum, a Cameri (definitivo): SI 74,31%; NO 25,69%
21 settembre 17:09
Referendum, a Borgomanero (definitivo): SI 67,53%; NO 32,47%
21 settembre 16:58
Comunali, affluenze definitive: Arona 59,71%, Invorio 67,20%, Garbagna 70,62%, Bogogno 69,96%, Vaprio 71,51%, Vinzaglio 74,74%
21 settembre 16:09


Attualità In città

Certificati anagrafici online o dal tabaccaio

Sono 545 i documenti che tra il 1° luglio e il 28 agosto sono stati richiesti e rilasciati dalle tabaccherie di Novara. Cambio di residenza richiedibile anche direttamente dal computer

Certificati anagrafici online o dal tabaccaio: il Covid accelera la digitalizzazione. E’ possibile ottenere i certificati anagrafici direttamente dal computer così come sono desunti dagli archivi anagrafici ed aventi la stessa validità giuridica di quelli emessi allo sportello dell’ufficio comunale. Per accedere al servizio occorre possedere una identità digitale (SPID) oppure essere accreditati ai servizi online del Comune. E’ inoltre possibile per i cittadini che cambiano residenza o indirizzo compilare la modulistica on line direttamente sul portale del Comune – Anagrafe senza dovere venire in Municipio a ritirare o a compilare a o consegnare i moduli, evitando così inutili perdite di tempo.

Inoltre in tabaccheria è possibile richiedere certificati anagrafici quali, tra gli altri, stato di famiglia e residenza. Il costo di ogni certificato è di 2 euro.

Secondo il Comune di Novara sono stati 545 i certificati anagrafici che tra il 1° luglio e il 28 agosto sono stati richiesti e rilasciati dalle tabaccherie di Novara. «I numeri confermano – spiega l’assessore Silvana Moscatelli – che i cittadini apprezzano e sono soddisfatti per questa iniziativa che aveva ed ha ottenuto un duplice obiettivo: da una parte facilitare l’accesso alla certificazione dei cittadini, consentendo loro di andare in tabaccheria per avere documenti anche in orari diversi da quelli dei nostri uffici, dall’altra quello di snellire le code che normalmente si formavano in Municipio al servizio Anagrafe. Un passo in avanti verso la digitalizzazione dei servizi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati