Arona, Covid-19: la minoranza propone misuratore di CO2 nelle classi

Il dispositivo ha un costo di 50 euro e sarebbe indicato nei posti affollati come le classi

Il gruppo Arona Domani ha presentato un’interpellanza che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale.

Nello specifico hanno proposto un dispositivo per le classi che permetterebbe di quantificare i livelli di anidride carbonica negli ambienti chiusi. «Premesso che gli alunni delle scuole sono forse quelli che hanno sofferto di più in questo tempo di pandemia, costretti ,ora non più a casa ,ma in classe per lunghe ore, fino a sei, con la mascherina, in molti casi seduti in un banco con le finestre aperte per tutta la mattina per consentire una aereazione, ritengo – ha scritto la consigliera Carla Torelli – che questo sistema non sia tra i più adatti e sia causa di malanni, mi rivolgo quindi all’Amministrazione per proporre una soluzione semplice e poco costosa, il costo di un apparecchio e di circa 50 euro, si tratta di dotare le aule dei misuratori di CO2. Questa idea è stata suggerita dal prof. Ricciardi, non presa in considerazione se non in qualche paese. Senza entrare nello specifico del funzionamento degli apparecchi, ne sottolineo l’importanza per controllare la saturazione di un ambiente. Ritengo quindi sia una soluzione per la salvaguardia della salute dei nostri ragazzi soprattutto in questo periodo invernale, senza costringerli a passare intere mattinate al freddo, è chiaro  a tutti che un ambiente saturo diffonda più facilmente il virus».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL