Al Mossotti inaugurata la nuova aula informatica in ricordo dei fratelli Carlo e Veronica Di Bernardo

L'istituto tecnico ha intitolato l'aula ai due studenti scomparsi in un tragico incidente nel 2020

Nella mattinata di ieri, 31 maggio, all’istituto tecnico Mossotti è stata inaugurata la nuova aula informatica in ricordo di Carlo e Veronica Di Bernardo, i due fratelli di Casalbeltrame di 16 e 19 anni, studenti della scuola, rimasti vittime di un tragico incidente avvenuto il 10 settembre 2020 a bordo della loro moto.

Veronica e Carlo Di Bernardo

«Nel dolore della perdita di questi due ragazzi, questa occasione deve essere gioiosa perchè loro vivono nei nostri ricordi – ha detto la dirigente Barbara Maduli -. Le persone care che non ci sono più devono rappresentare qualcosa: Carlo e Veronica sono il pane della nostra vita a cui facciamo riferimento anche se non ci sono più».

Commossi e appassionati i messaggi letti da un compagno di scuola, così come quelli di due insegnanti. «Carlo non l’ho mai visto arrabbiato – ha detto Antonio Broggi – era sempre disponibile e in lui prevaleva la necessità di aiutare gli altri. Era così in ogni situazione, viveva la scuola come occasione di crescita totale e l’attenzione che aveva per la sorella era invidiabile. La sua personalità delicata e forte era anche frutto della splendida famiglia di cui faceva parte».

«Non è stato facile essere insegnante di Veronica – ha affermato Davide Sportillo – perchè era una ragazza che aveva bisogno di tante attenzioni e di tempo da dedicarle, ma purtroppo il tempo è sempre troppo poco. I genitori la seguivano, studiavano con lei e mettevano in lei tutto l’amore del mondo».

Anche il sindaco di Casalbeltrame, Claudia Porzio, ha voluto ricordare i due fratelli attraverso l’attività del CV Soccorso «che vengono svolte in loro memoria. Un’associazione nata per volere della famiglia perchè Carlo e Veronica sono due ragazzi che hanno lasciato il segno in tutti i luoghi in cui sono stati, non solo nel paese».

Presenti alla cerimonia anche i genitori, Katiuscia e Giuseppe, che insieme alla dirigente hanno scoperto la targa a eterna memoria dei due figli.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL