Arona, aggiornamento (14 su 15 sez.), Federico Monti (Lega-Civica) virtualmente sindaco con 4053 voti (64,32%) davanti a Massimo Tosi (Arona Domani) con 1435 voti (22,77%)
22 settembre 12:36
Bogogno, Pietro Sacco (Bogogno Futura) sindaco con 413 voti (53,29%) davanti a Michele Conti (Viviamo Bogogno) con 362 voti (46,71%)
22 settembre 12:33
Bogogno, Pietro Sacco (Bogogno Futura) è il nuovo sindaco
22 settembre 12:32
Bogogno, Bogogno Futura di Pietro Sacco ha 7 consiglieri; Viviamo Bogogno 3
22 settembre 12:41
Invorio, Flavio Pelizzoni (Insieme per Invorio e frazioni) con 1267 voti (50,74%) supera per 37 consensi l’uscente Roberto Del Conte (Noi Invoriesi) con 1230 voti (49,26%)
22 settembre 12:26
Invorio, Insieme per Invorio e frazioni di Flavio Pelizzoni ha 8 consiglieri; Noi Invoriesi 4
22 settembre 12:41
Vinzaglio, Giuseppe Olivero (Civica Per Vinzaglio) sindaco con 226 voti (64,2%) davanti a Gian Mauro Paderno (Rinnovamento e sviluppo) con 121 voti (34,38%)
22 settembre 12:29
Vinzaglio, Civica Per Vinzaglio di Giuseppe Olivero ha 7 consiglieri; Rinnovamento e sviluppo 3, le liste P. Valore Umano e Forza Nuova nessuno
22 settembre 12:40
Vinzaglio, Giuseppe Olivero (Civica Per Vinzaglio) confermato nuovo sindaco
22 settembre 12:23
Invorio, Flavio Pelizzoni (Insieme per Invorio e frazioni) è il nuovo sindaco
22 settembre 12:21
Arona, altri candidati (12 su 15 sez.): Luca Brianti (FdI-Autonom.-Civiche) 8,41%, Carlo Intelisano (Lago della Bilancia) 3,34% e Francesco Tognon (Forza Nuova) 0,79%
22 settembre 12:15
Vaprio, Nuovi Orizzonti di Silvano Mellone ha 7 consiglieri; Insieme per Vaprio 3
22 settembre 12:03
Garbagna, Progetto Garbagna di Fabiano Trevisan ha 7 consiglieri; Rivivere Garbagna 3
22 settembre 12:02
Vaprio, Silvano Mellone (Nuovi Orizzonti) sindaco con 357 voti (59,11%) davanti a Giovanni Righini (Insieme per Vaprio) con 247 voti (40,89%)
22 settembre 11:52
Garbagna, Fabiano Trevisan (Progetto Garbagna) eletto sindaco con 479 voti (60,71%) davanti a Antonino Ferrera (Rivivere Garbagna) con 310 voti (39,29%)
22 settembre 11:43


Ambiente Cronaca

Sequestrato camion con elettrodomestici da smaltire

Operazione dei Carabinieri Forestali a Fontaneto d'Agogna per interrompere azione illegale ed evitare il possibile abbandono dei rifiuti in suolo pubblico. Il trasportatore, italiano residente in provincia, era stato respinto dall'isola ecologica comunale

Sequestrato camion con elettrodomestici da smaltire. Ad effettuare l’operazione, avvenuta a inizio settembre, sono stati i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Carpignano Sesia, che hanno bloccato il mezzo a Fontaneto d’Agogna, lungo la provinciale 21, dopo che questo era stato respinto dall’area ecologica comunale in quanto trasporto a fini commerciali e non privati. Lunedì il sequestro è stato convalidato dal Gip di Novara.

I Carabinieri Forestali hanno accertato che il trasportatore non era iscritto all’albo gestori ambientali, né viaggiava con formulario rifiuti al seguito. Da qui il sequestro, rifiuti compresi, come previsto dalla legge e la segnalazione alla Procura di Novara dell’autista, cittadino italiano residente in provincia, per il trasporto di rifiuti tipo apparecchiature elettriche ed elettroniche e di altro genere.

Il sequestro preventivo è stato disposto per interrompere l’azione illegale e per evitare che potesse giungere a conseguenze più gravi, per il rischio concreto che i rifiuti potessero essere avviati a forme di smaltimento illegale od abbandoni sul suolo pubblico. Inoltre, il provvedimento è stato assunto anche in funzione della confisca obbligatoria del veicolo, prevista per legge nel caso di trasporto illegale dei rifiuti.

Il completo tracciamento dei rifiuti, dal momento della produzione sino al trattamento finale – si fa osservare dal Gruppo di Novara dei Carabinieri Forestali – è condizione necessaria per impedire un’indebita immissione di rifiuti in natura o, comunque, forme di smaltimento illegale degli stessi. Inoltre il trasportatore deve essere iscritto all’albo gestori dei rifiuti, deve assicurare la piena tracciabilità di origine degli stessi e loro consona destinazione finale. Tutti i relativi passaggi devono essere debitamente documentati ed autorizzati.

Da qui la capillare azione di controllo esercitata dai Carabinieri Forestali per contrastare e impedire gli abbandoni illegali di rifiuti, fenomeno purtroppo diffuso anche sul territorio della nostra provincia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati