Novara Green raccoglie 500 mozziconi di sigaretta in via Rosselli

Il presidente dell'associazione: «Ringraziamo Assa per la disponibilità e la voglia di collaborare a questa nostra azione educativa»

In occasione dell’apertura del banchetto di Novara Green all’interno del Mercatino della Solidarietà, l’associazione di volontariato impegnata da anni in piccole concrete azioni di attenzione all’ambiente e cura del bene pubblico ha regalato alla città un nuovo intervento di pulizia del pavè dai mozziconi di sigaretta.

La raccolta è stata come al solito efficace: in poco più di un’ora e mezzo di lavoro in via Fratelli Rosselli i volontari hanno raccolto con le loro pinze oltre 500 mozziconi, successivamente recuperate e smaltite da Assa.

Oltre alla rimozione delle cicche Novara Green ha aggiunto un altro tassello alla propria azione di educazione ai cittadini. Grazie al sostegno di Assa, che ha messo a disposizione dell’associazione i suoi portacenere tascabili, ogni fumatore sinceramente attento all’ambiente potrà riceverne uno gratuitamente al banchetto di Novara Green sotto la Galleria dei Portici.

«L’emergenza mozziconi di sigaretta è poco nota al grande pubblico – spiega Fabrizio Cerri, presidente di Novara Green -. Le cicche di sigaretta sono infatti un rifiuto pervasivo, dannoso per l’ambiente e altamente tossico per l’uomo. Ogni anno nel mondo vengono fumati 6 trilioni di sigarette e 4,5 trilioni di mozziconi finiscono nell’ambiente, 14 miliardi solo in Italia. Buttate per terra in modo incurante, le cicche arrivano prima nelle fogne, poi nei fiumi e nei mari, dove rilasciano centinaia di sostanze nocive dannose per gli organismi acquatici. Un singolo mozzicone può contaminare fino a 1.000 litri di acqua e impiega oltre 15 anni per dissolversi. Di fronte a queste evidenze credo che chiunque debba sentirsi impegnato a smaltire correttamente gli avanzi di sigaretta con la consapevolezza di eseguire un minuscolo ma importante gesto di attenzione e cura verso l’ambiente. Ringraziamo Assa per la disponibilità e la voglia di collaborare a questa nostra azione educativa».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni