Novara, i calciatori svincolati si ricollocano in B e in C

Tanti gli azzurri che hanno già trovato una nuova destinazione ma in attesa di contratto c'è ancora un "undici" completo

Come era prevedibile, le formazioni di serie B e C stanno letteralmente “saccheggiando” l’ormai ex parco giocatori del Novara Calcio, tanto che in pochissimi giorni sono quasi una decina i calciatori che si sono accasati o che sarebbero sul punto di farlo. Il pezzo pregiato, Zunno, ha raggiunto alla Cremonese in B Collodel (il cui contratto era scaduto il 30 giugno) e Nardi (già passato in precedenza in grigiorosso), mentre Cisco ha firmato un triennale con il Pisa, sempre in serie cadetta.

Per tanti altri, invece, si sono aperte le porte della permanenza in serie C. Il portiere Lanni è ufficialmente un nuovo calciatore del Siena, dove potrebbe raggiungerlo il centrocampista Bianchi, mentre l’attaccante “baby” Tordini rinforzerà il reparto offensivo del Lecco. Bellich andrà alla Lucchese, dove troverà un altro ex azzurro, Corsinelli, rientrato a fine stagione al Bari, società proprietaria del cartellino, mentre il portiere Drago giocherà la prossima serie C tra le fila del Renate. Colpo grosso per la Juve Stabia, che si è aggiudicata il duttile centrocampista Schiavi: in Campania ritroverà da direttore sportivo Raffaele Rubino, già capitano del Novara Calcio e uomo simbolo degli azzurri per oltre un decennio.

Per tanti azzurri che si sono sistemati, in attesa di un contratto c’è un intero “undici” titolare. Il portiere Desjardins, i difensori Migliorini, Pogliano, Cagnano e Lamanna: tutti con ottime prospettive in C e nel caso di Pogliano e Cagnano anche in categoria superiore. Ancora, gli esterni Malotti e Piscitella (il cui contratto con il club era già scaduto prima dello svincolo attuato dalla federazione) e i centrocampisti centrali Bortoletti e Buzzegoli. Per quest’ultimo, capitano e leader del team azzurro, è probabile che il futuro prossimo sia in C o in D nella sua Toscana. Sulla soglia dei quarant’anni, infatti, Buzzegoli vorrebbe conciliare la propria professione (e passione) con la vicinanza alla famiglia. Infine gli attaccanti: Rossetti si è messo in mostra proprio in azzurro e salvo sorprese dovrebbe trovare casa in serie B (Cremonese?), mentre l’argentino Gonzalez è forse l’unico del roster dell’ex Novara che potrebbe compiere una scelta di vita definitiva e sposare il progetto del nuovo club azzurro, magari terminando la propria carriera da calciatore con il nuovo corso per poi difenderne i colori fuori dal campo.

Leggi anche

Novara, pubblicato il bando. Il calcio è pronto a ripartire

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *