Novara calcio, il bando chiude con due domande. Il verdetto alle 17.30

Questa mattina, poco dopo le 11, il direttore generale del Comune di Novara, Roberto Moriondo, ci ha informati che una sola domanda era pervenuta alla manifestazione di interesse per la formazione di una nuova società di calcio da iscrivere in serie D. A mezzogiorno, allo scadere della gara, le istanze erano due: una dell’ingegnere Massimo Ferranti, titolare della “Gioca on line” e specializzato nella produzione di software per numerose catene di giochi on line, l’altra dell’imprenditore torinese Enea Benedetto, presidente di Vectorium, azienda che lavora nel settore della finanza e delle criptovalute, le monete virtuali, e di Barcanova, società sportiva la cui prima squadra milita nel campionato di Promozione piemontese girone B che nel mese di maggio si era proposto per l’acquisizione del Novara Calcio dall’ex patron Maurizio Rullo.

Il verdetto, atteso intorno alle 16, è slittato verso le 17.30 «in quanto le interpellanze sono molto complesse» ha aggiunto Moriondo.

Leggi anche

Barbone rinuncia alla candidatura. Per salvare il calcio a Novara resta solo Ferranti

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *