Tempo libero Weekend & oltre

Riso in prima linea nel fine settimana

Al castello di Novara due giorni di appuntamenti con Exporice mentre a Torino una mostra sui paesaggi delle risaie. E poi musica, gastronomia locale, solidarietà e appuntamenti per i bambini


Per Bacco, Lucullo e altri banchetti
Nel sale e nel cortile del castello appuntamento con sesta edizione di Exporice, la manifestazione promossa da Atl e Camera di Commercio che ha come scopo la valorizzazione del riso e delle terre risicole. Il programma completo al link https://www.lavocedinovara.com/cronaca/terre-del-riso-protagoniste-con-exporice/

Venerdì 14 e sabato 15 settembre appuntamento a Granozzo con la Sagra della polenta e musica dal vivo. Info e prenotazioni ai numeri 340.2278854 e 348.1524270.


Siamo tutti Appassionati
Appuntamento al Circolo dei Lettori venerdì 14 settembre alle 18 con Fabrizio Palombi e il suo libro “Elogio dell’astrazione”.

Anteprima del festival “Fuori di Coccia” dedicato a maestri di cappella, sabato 15 settembre alle 20.45 alla falegnameria sociale Fadabrav. Il concerto “Vespri per soli, coro e organo” prevede musiche di Pietro di Generali eseguite dall’orchestra e dal coro della Cappella musicale del Duomo diretti da Paolo Monticelli e dai solisti Leonora Tess, Daniele Piscopo, Sofia Janelidze e Riccardo Benlodi con la partecipazione del ballerino Giuliano De Luca. Durante la giornata si potrà assistere alla realizzazione delle opere di due artisti: il writer novarese Graziano Cascone e il decoratore di strumenti musicali Guglielmo Gasloli.

Domenica 16 settembre alle 17 a San Nazzaro Sesia incontro sul tema “Come si vestivano? Un tuffo nel passato alla scoperta dell’abbigliamento medievale” tenuto da Flavia Silva. Ritrovo all’ufficio informazioni turistiche di via Barbavara 1.

Secondo appuntamento per i Concerti con vista, domenica 16 settembre alle 16 alla Casa dei Padri di Armeno con con la giovane pianista bielorussa Volha Karmyzava. Durante il pomeriggio i genitori possono decidere di assistere al concerto con i figli oppure utilizzare un servizio dedicato ai più piccoli ed organizzato da un’educatrice con momenti di gioco e animazione in una sala attrezzata.

Penultimo appuntamento del ciclo “Un paese a sei corde“. Sabato 15 settembre alle 21 a Omegna Santa Marta, via F. Cavallotti, 28 spettacolo gratuito di Ugo Dighero, Christian Lavernier. Dal 2016 i due artisti liguri portano sui palcoscenici italiani uno spettacolo che unisce musica e teatro, ispirato al libro «Platero ed io», del Premio Nobel per la Letteratura Juan Ramon Ramirez. L’attore genovese Ugo Dighero, protagonista di «Mistero buffo», ha ideato questo progetto tra prosa e musica assieme al chitarrista imperiese Christian Lavernier. Il soggetto narra di un asinello per le strade di Moguer, tra realtà e fantasia. La calda Andalusia, con paesaggi agresti, fa da sfondo ad uno dei racconti di amicizia più celebri della letteratura mondiale. Nell’allestimento, Dighero è la voce narrante e il regista, mentre i 28 capitoli musicati da Mario Castelnuovo-Tedesco saranno suonati dal solista imperiese. Lo spettacolo è una selezione di 17 capitoli-storie. Si tratta di una fiaba filosofica che parla «anche» ai bambini, dove le grandi doti espressive di Ugo Dighero, ex componente dei Broncoviz, interprete di fiction come «Un medico in famiglia», vedono il massimo campo d’azione: la voce diviene strumento e lo strumento voce.

Venerdì 14 settembre alle 21 nel palazzo municipale di Stresa presentazione del libro di Giancarlo Fantini “Erbe, arbusti, alberi per il corpo e lo spirito”.

Sempre a Stresa, in occasione del centenario della fine della Prima Guerra Mondiale il Comune con Avis e Croce Rossa organizza una mostra sulle attività sanitarie e l’azione umanitaria “La Grande Guerra, 1915/1918” curata da Giacinto G. Nanni. La cerimonia inaugurale si terrà alla Palazzina Liberty sabato 15 settembre alle 17.00 mentre alle 21.00si terrà un concerto del Coro La Rocca di Arona con canti e musiche a tema.


Divertimento e Distrazione
Prosegue la festa patronale di Trecate. Venerdì 14 settembre alle 21 al Teatro comunale “Mine Vaganti”, concerto retrospettiva anni 60/70. Sabato 15 settembre alle 10 all Biblioteca Civica di Villa Cicogna, “Una giornata con la nonna” di Liesbet Slegers, laboratorio di lettura ludico-creativo a cura della Biblioteca Civica, per bambini da 3 a 9 anni, con iscrizione preventiva obbligatoria; alle 17.30 al Teatro comunale presentazione del libro “Non doveva morire. Come Paolo VI cercò di salvare Aldo Moro” di Riccardo Ferrigato, moderatore Saverio Colacicco, Presidente della Sezione A.N.P.I. di Trecate. Al termine aperitivo; alle 19 in via Mazzini aperitivo con  “Cena conviviale sotto le stelle” a scopo benefico a cura del Gruppo Trecatese Amici 52 Onlus (in caso di maltempo: salone della Scuola dell’Infanzia F.lli Russi). Alle 21 alla scuola primaria “G. Rodari” cerimonia di disvelamento del pannello ideato dagli studenti nell’ambito del progetto “Archilab – Il cortile della mia scuola Rodari”, organizzato e gestito dall’I.C.S. “Rachel Behar”, con il Patrocinio del Comune di Trecate e alle 22 in piazza Cavour “Queen Mania”, concerto tributo ai Queen alla presenza di Katia Ricciarelli. Domenica 16 settembre alle 12.30 al Circolino “Pranziamo insieme in fiera”, 2ª sagra dell’anatra ripiena; alle 16 al Teatro comunale “Magiche Follie”, spettacolo di magia per i bambini, a cura del Club Magico di Novara Magic Off. Al termine: merenda. Alle 18 nella chiesa parrocchiale messa presieduta dall’arciprete Gilio Masseroni con l’animazione della Corale Amadeus Kammerchor. Alle 21.30 al campo sportivo di via Incasate spettacolo pirotecnico e a seguire in Piazza Cavour “Shary Band”, concerto tributo alla Disco Music.

Light Festival per il centro e il lungolago di Lesa. Maggiori dettagli al link https://www.lavocedinovara.com/provincia/il-light-festival-illumina-le-vie-di-lesa/https://www.lavocedinovara.com/provincia/il-light-festival-illumina-le-vie-di-lesa/

Venerdì 14 settembre dalle 18 al Parco di Villa Fedora di Baveno dj set, dalle 19.30 esibizione live del gruppo Toxic Sox e dalle 21.00 The Hammers. La serata si concluderà con un secondo dj set. Ingresso libero.


Insieme si impara meglio
Appuntamento all’insegna delle risatadomenica 16 settembre alle 15.30 l parco giochi di Bogogno con “Scarsi & Sparsi”, il divertente spettacolo comico che ha debuttato con grande successo alla Dimidimitri la notte di San Silvestro. Due clown strampalati (Beppe Sinatra e Alessio Ricci) cercheranno in tutti i modi di trovare una soluzione ai misteri della loro esistenza. Euforia, comicità, sorpresa e stupore per due buffi e simpatici personaggi che si cimenteranno in gags, acrobazie e tante trovate clownesche. Lo spettacolo è l’ultimo dei sei appuntamenti previsti dalla rassegna teatrale “Confini”, giunta quest’anno alla sua quindicesima edizione. L’ingresso è gratuito. In caso di maltempo lo spettacolo si svolgerà nella palestra comunale di piazza Montessori. La Dimidimitri dà appuntamento anche con l’open day venerdì 14 dalle 18.30 alle 21.00 e sabato 15 settembre dalle 15.30 alle 17.30 nella sua sede del “cantiere creattivo” della Cavallotta.

Domenica 16 settembre Miasino si trasforma in un mondo fantastico dove i bambini (e gli adulti) potranno partecipare a spettacoli, giochi e laboratori circondati da fate, folletti, principesse e personaggi della fantasia. Borgate dal vivo chiude così la terza edizione del festival: con un appuntamento per i bambini e le famiglie. Dalle 11 e per tutta la giornata Borgate dal vivo si immerge in un contesto dedicato ai più piccoli. Nella cornice di Villa Nigra l’appuntamento prevede laboratori, giochi e presentazioni di libri per bambini. Tra i protagonisti ci sarà il topo più famoso della letteratura, Geronimo Stilton, che presenterà le sue ultime avventure alla ricerca dei dinosauri. Lo scrittore Pino Pace racconterà e farà disegnare le fantastiche creature frutto della sua fantasia sfrenata con “Bestiacce”. Mentre in collaborazione con Matota festival ecco in arrivo le incredibili avventure di Sam Colam e del professor Pico Pane. I cortili e le vie del paese saranno allestiti in stile fantasy. Si potrà pranzare, su prenotazione, circondati da personaggi del paese incantato. Tutti, adulti e bambini possono partecipare vestiti a tema.


Di Bene in Bene
Domenica 16 settembre alle 21 al Teatro Coccia concerto di solidarietà “Insieme per Genova“. Biglietto di ingresso dal 10 euro. Maggiori dettagli al link https://www.lavocedinovara.com/spettacolo-eventi/dal-coccia-un-sostegno-economico-per-la-citta-di-genova/https://www.lavocedinovara.com/spettacolo-eventi/dal-coccia-un-sostegno-economico-per-la-citta-di-genova/

 


Oltre i confini
Fino al 26 settembre, in occasione del Salone del Gusto Terra Madre 2018, la Fondazione Camillo Cavour, la Fondazione Torino Musei e CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, in collaborazione con la Regione Piemonte, la Città di Torino e l’Agenzia Turistica Locale della provincia di Novara, presentano la mostra “Oryza. I mestieri del riso” dedicata ai paesaggi e ai lavoratori delle risaie di ieri e di oggi che sarà esposta presso il Palazzo Scuderie del Castello Cavour di Santena (To). La mostra si compone di un centinaio di fotografie che documentano i luoghi e i mestieri del riso mettendo a confronto la realtà odierna con immagini scattate tra il 1930 e il 1950. L’accostamento tra immagini attuali, prodotte dal giovane fotografo Guido Montani, e immagini d’archivio, gentilmente concesse dal Museo Etnografico della Bassa Novarese di Tornaco, invita a riflettere sulle differenze e sulle analogie tra presente e passato, così come sul ruolo del lavoro di ieri e di oggi. Il paesaggio della Bassa Novarese, ritratto nelle fotografie in mostra, è una cartolina dai colori scintillanti, soprattutto in primavera, quando l’azzurro delle risaie allagate riflette il cielo e la catena del Monte Rosa prima di tramutarsi nel verde intenso delle piantine di riso che crescono nell’acqua in estate e nel giallo dorato delle pannocchie dai chicchi maturi in autunno. Questo panorama è stato modellato dalla mano dell’uomo in mezzo millennio, con l’introduzione della coltivazione risicola e, prima dell’avvento della tecnologia, a connotare il territorio è stato il duro lavoro delle mondine, ricordato in film come Riso amaro e La Risaia. Info www.fondazionecavour.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati