Tempo libero

Quarant’anni di cinema Araldo. Sei proiezioni per festeggiare

E poi l'anniversario dalla prima apertura che risale al 1948. Il gestore, Mario Tosi: «con Araldo40 la nostra sala di via Maestra intende esprimere un grosso grazie a tutto il suo fedele e attento pubblico»

Doppio anniversario per il cinema Araldo: quarant’anni dalla “nuova” gestione e settantuno dalla prima apertura. Traguardi importanti che verranno celebrati con sei serie di proiezioni a partire da giovedì 28 novembre sempre alle 21.

«Dal 1979 veniva avviata una nuova esperienza di gestione affidata agli organizzatori dell’ex cineforum San Marco e in un secondo tempo subentrò la Cooperativa culturale C-Studio. Si apriva un periodo fecondo e ricco di iniziative – racconta il gestore, Mario Tosi -. Eventi che dal 1979 a oggi hanno caratterizzato in maniera quasi continuativa il cinema di via Maestra, interessando il versante del cinema di qualità declinato in tutti i suoi rituali, arricchito con proposte di opere d’autore, eventi speciali come lezioni di cinema, cineforum, concerti, spettacoli teatrali (quando ancora era agibile il palco), prime e seconde visioni e rassegne. Non sono mancate iniziative esterne come il celeberrimo cinema all’aperto (1982 -2014), evento di punta delle estati novaresi in gran parte tenuto al cortile del Broletto. La gestione della sala a metà anni ’80 passò alla Coop. Lumière per poi approdare in via definitiva alla società Project che opera attualmente. Dunque con Araldo40 la nostra sala di via Maestra intende esprimere un grosso grazie a tutto il suo fedele e attento pubblico, spesso il vero protagonista».

 

 

Si comincia, dunque, il 28 novembre alle 21 con “Il Bagatto” di Mario Tosi del 1979. Un film in superotto realizzato dal Gruppo di Espressione che gravitava nell’ambito della Parrocchia di S. Antonio. Ritroviamo la Novara di fine anni ’70, i giovani, la scuola, l’amicizia, e le aspirazioni ancora segnate dai postumi di quel famoso 1968 ma ancora non chiare nel percorso verso un futuro incerto. Il film vede alla regia Mario Tosi con la collaborazione alla sceneggiatura di Elvezio Corbani, che tutti ricordiamo con stima ed amicizia. Il racconto prende le mosse dalle pagine scritte dai ragazzi stessi che hanno interpretato l’opera: Davide Robba, Antonella Proverbio, Lucia Ferraris, Massimo Belcredi, Enzo Aramini, Marcello Francese, Marco Pellegrini, Paolo Marzo e molti altri… Il Bagatto venne proposto in primissima all’Araldo proprio al 30 marzo del 1979. Musiche di Davide Robba eseguite alla chitarra con Mauro Turcato – Tecnico del suono Roberto Orfella.

L’altro film di Tosi “Guerrieri” del 1981 è in programma il 13 febbraio. La banda degli Araldo’s sta trattando con i Guerrieri (in fuga dal quartiere Nord verso la Rizzo) la visione del film ‘Lo specchio’ in russo con i sottotitoli e dibattito. Come andrà a finire? Lo scopriremo nella serata Guerrieri quando tornerà sullo schermo dell’Araldo il film che, ispirandosi al celebre The Warriors, racconta la corsa verso la salvezza dei ragazzi ingiustamente accusati e braccati da tutte le bande della città (NovaraCity ovviamente). Con Davide Robba, Luana Lorena, Fabrizio Ferrara, Paolo Marzo, Franco Iorio, Mauro Spinosa, Enrico Zaninetti, Billy Belcredi, Roberto Falzotti, Paolo Maria Veronica, Roberto Malandrino, Marcello Francese, Marco Pellegrini, Maurizio Finotti, Elena Savoini, Romano Comero, Roberta Pomella, Maurizio Stroili, Massimiliano Lotti, Patrizia Varolotti, Maria Robba, la Compagnia del teatro di Novara e molti altri.

E poi ancora quattro lunedì: 9 dicembre “Orfeo” di Tito Schipa Jr. (1973), 20 gennaio “The Blues Brothers” di John Landis (1980), 3 febbraio “Il cielo sopra Berlino” di Wim Wenders (1987) e il 24 febbraio “The rocky horro picture show” di Jim Sharman (1975).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati