Itinerari e luoghi Tempo libero

Oleggio: il Museo Fanchini e il Museo Mozzetti/1

Tra i comuni della provincia di Novara, Oleggio è di certo uno dei più attivi dal punto di vista culturale: oltre alle attività proposte dalla biblioteca, dal teatro e dalla sede espositiva del neoclassico Palazzo Bellini, sono ben due i musei che testimoniano la memoria collettiva di questo territorio, ovvero il Museo Civico Etnografico “C. G. Fanchini” ed il Museo di arte religiosa “Padre Augusto Mozzetti”.

Nato nel 1974 alla fine di un lungo e meditato percorso sviluppato dal presidente e dai membri del consiglio della Biblioteca civica, il Museo Fanchini si trova in Vicolo Chiesa, 1 ed ospita la documentazione storico etnografica del terriorio oleggese e, dal 1999, anche una ricca seziona archeologica costituita dai reperti golasecchiani della necropoli di Pombia (VII-V secolo a.C.), dalle testimonianze dell’età del Ferro e dell’età romana emerse ad Oleggio e dai corredi funebri della vasta area sepolcrale della frazione di Loreto (II secolo a.C. – IV secolo d.C.). Fra i reperti provenienti da Pombia, si possono ammirare uno dei primi bicchieri da birra e una splendida collana di ambra, mentre quelli della necropoli di Oleggio-Loreto documentano la presenza dei Vertamocori, abitanti di origine celtica, e la romanizzazione del territorio attraverso corredi dei guerrieri e gli utensili utilizzati nelle attività pastorizie e nella cura della persona. La sezione etnografica presenta una vasta collezione che, attraverso la rassegna dei mestieri ormai perduti – la bottega del carradore, la sala dell’artigianato e il salone dell’abbigliamento-, l’angolo dei giochi e altre sale espositive, ripercorrere gli aspetti salienti della vita tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento. Completano il percorso le ricostruzioni degli ambienti domestici (la cucina contadina, la camera da letto, il salotto “buono”) e dell’aula scolastica, che permettono al visitatore di vivere un affascinante viaggio nel tempo, ed un significativo nucleo di ritratti dei benefattori dell’ospedale e degli enti di carità del territorio.

Per gli orari di apertura e visita, consultare il sito del comune di Oleggio alla sezione “Cultura e Storia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati