Tempo libero Weekend & oltre

Libri, musica e teatro le parole d’ordine del fine settimana

In città, in provincia e non solo appuntamenti con la prosa, i concerti, le parole. Solidarietà e incontri per tutta la famiglia


Siamo tutti Appassionati

Proseguono le mostre allestite al Castello di Novara. Al primo piano “Ottocento in collezione. Dai Macchiaioli a Segantini” visitabile da martedì a domenica con orario continuato dalle 10 alle 19.  biglietto intero 10 euro; ridotto 8 euro; scolaresche 5 euro; convenzioni con Abbonamento Musei, Fai, Touring Club; aperture straordinarie 26 dicembre e 1 gennaio. Per informazioni www.metsarte.com. Chi acquista il biglietto per la mostra potrà visitare la Galleria Giannoni gratuitamente. Al piano terra, invece, è visitabile gratuitamente la mostra di Enrica Borghi “Eco”, da martedì a domenica dalle 10 alle 19.

Doppio appuntamento per il  Teatro Coccia. Stasera alle 21 al Piccolo Coccia Diana Re, pianista e divulgatrice musicale, accompagna il pubblico alla scoperta di Le nozze di Figaro, in programma venerdì 15 e sabato 16. Attraverso un linguaggio chiaro e semplice, esempi al pianoforte, aneddoti e proiezioni multimediali, vengono forniti gli strumenti necessari per riuscire a rispondere alla domanda: “Come si ascolta questa musica?”; una sorta di “cassetta degli attrezzi” da utilizzare all’occorrenza per un ascolto più attento e consapevole. Ingresso: 10 euro,  Card Plus Circolo dei Lettori e Abbonati Coccia: 5 euro. Sabato 2 alle 21 e domenica 3 alle 16, in Teatro andrà in scena “Uno zio Vanja”, un adattamento di Letizia Russo dei uno dei drammi più conosciuti di Anton Čechov, Zio Vanja, appunto, che ha come obiettivo quello di riavvicinare il pubblico ai classici della storia del teatro facendo perno su precise note di contemporaneità della scrittura cecoviana per esaltarne la straordinaria attualità creativa.

Sabato 2 febbraio alle 20.45 in Basilica tradizionale concerto di San Gaudenzio promosso dalla Fondazione Banca Popolare di Novara per il Territorio Offerta per Mensa e Armadio del Povero curata dal Lions Club Novara Ticino. Programma: : Mozart (sinfonia concertuante per violino, viola e orchestre K 364); Smetana (La Moldava), Debussy (Prelude a l’apres midi d’un faune), Grieg (Peer Gynt Suite n.1 op. 46).

 

 

Sabato 2 febbraio alle 18 all’Hotel Casa Fantini di Pella presentazione del libro “Lake time – Quaderno di Casa Fantini” con testi di Anna Maria Cànopi, Emanuela Carrera, Cosetta Dal Cin, Andrea Del Duca, Daniela Fantini, Luciana Fantini, Lorenzo Maulini, Michela Maulini, Luciana Michelini, Renato Sartori, Patrizia Scarzella, Zosia Swidlicka, Emanuela Valeri, Ottavia Zanetta
e tavole di Mauro Maulini. Irene Grazioli leggerà alcuni brani del libro, Maura Alliata e Alessandro De Bei suoneranno musiche di C.W. Gluck, G.F. Haendel, E. Grieg, A. Piazzolla, F. Kreisler. Assaggi gastronomici di Casa Fantini.

Michele Ghigo della Società Fotografica Novarese espone una personale al Museo Faraggiana Ferrandi, da martedì a venerdì’ dalle 9 alle 12,30, sabato dalle 9 alle 12.30 dalle 14 alle 19, domenica dalle 14 alle 19.

Appuntamento con I Venerdì dell’Arte Novarese: oggi alle 17.30 alla Fondazione Faraggiana Da Creta a Novara: la strana presenza di una famiglia cretese in Transpadana” con Enrica Culasso Gastaldi, Università di Torino.

Tre gli incontri al Circolo dei Lettori: oggi alle 18 Francesca Bergamaschi a colloquio con Michele Gazo autore di “I Medici. Lorenzo il magnifico”; sabato 2 febbraio ale 18 il dirigente del Convitto Carlo Carlo Alberto, Nicola Fonzo, parlerà con l’autrice di “Matematica da zero” Elena Del Conte. Domenica 3 alle 18 ultimo appuntamento del ciclo “A futura memoria” con il concerto del coro ebraico Col Hakolot  nato all’interno della Comunità Ebraica di Milano nel 1994 su iniziativa della musicista israeliana Gliliah Dankner, un omaggio alla memoria della Shoah, contro la cultura della violenza e dell’intolleranza.

Per il ciclo “I concerti del Cantelli” sabato 2 febbraio alle 17 “Da Bach alla Pantera Rosa, cose che voi umani… solo i sax”: Mathias Milanolo sax soprano; Maksym Kutsenco, sax contralto; Oliver Puget, sax tenore, Claudio Martinetti, sax baritono. Musiche di Bach, Vivaldi, Dubois, Gounod, Jenkins, Velasquez, Joplin, Ghidoni, Piazzolla, Mancini, Iturralde.

Dalla soffitta al castello di Novara” è il titolo della mostra di Figurine Liebig dal 1872 al 1975 allestita al castello di Novara. Info al link https://www.lavocedinovara.com/24ore/dalla-soffitta-al-castello-di-novara-le-figurine-liebig-in-mostra-da-oggi-fino-al-10-febbraio/

Sabato 2 febbraio alle 10 all’Arengo del Broletto presentazione del libro “Mario e la costa nobile della muffa – I primi 100 anni del Gorgonzola Costa”. Dettagli al link https://www.lavocedinovara.com/incontri/il-centenario-della-mario-costa/

Anche quest’anno il Laboratorio per la Pace in collaborazione con le associazioni Auser, Anpi, Il Pane e le Rose, Madre Terra, Parrocchia di Galliate e Assopace Novara, organizza una rassegna di documentari e film su temi attuali quali immigrazione e diritti negati. Attraverso la proiezione di documentari e film che difficilmente sono passati nelle sale cinematografiche e quindi non hanno avuto la meritata diffusione fra il pubblico, ma che hanno ottenuto numerosi premi e riconoscimenti, verranno analizzati alcuni argomenti sugli spostamenti di migliaia di persone verso l’Europa e sulle popolazioni oppresse da governi e dittature del passato (il Cile di Pinochet) e del presente (la questione Curda in Turchia). La rassegna “Mio fratello che guardi il mondo” avrà inizio domenica 3 febbraio alle ore 17 presso il Cinemino dell’Oratorio Beato Quagliotti, a Galliate in viale Quagliotti 1 al primo piano, con la proiezione del film italiano “L’Ordine delle Cose” di Andrea Segre, regista e scrittore già noto per diversi documentari e film sulla solidarietà internazionale; il film tratta della questione degli immigrati tra Libia e Italia , è stato proiettato nel 74° Festival del cinema di Venezia del 2017. Seguiranno sempre a febbraio le seguenti proiezioni: Binxet, sotto il confine, documentario sull’oppressione della popolazione curda, La memoria dell’acqua film documentario sulle vittime in Cile durante il regime Pinochet ed infine Human Flow film documentario sui flussi migratori in 23 paesi del mondo.

Sabato 2 febbraio alle 21 al Teatro Silvio Pellico di Trecate va in scena “Natale in Casa Cupiello” con la compagnia teatrale Nuovi Canovacci e Fantasia. Ingresso 10 euro.


Divertimento e Distrazione

cinema novaresi propongono: al Vip “Dragontrainer-Il mondo nascosto (2D-3D)”; all’Araldo “La Favorita”; al Faraggiana “Il primo re”. Info e orari su http://www.novaracinema.it/


Di bene in bene

Al Museo Faraggiana sabato 2 febbraio primo appuntamento del ciclo Percorso al buio. Dettagli al link https://www.lavocedinovara.com/culture/al-museo-faraggiana-un-percorso-per-non-vedenti-e-non-udenti/


Insieme si impara meglio

Nuovo appuntamento con i “SabatinFamigliaTeatro“, rassegna di spettacoli per bambini da 3 a 10 anni e famiglie, curata da Il Teatro sull’Acqua e la Compagnia degli Amici del San Carlo. Sabato 2 febbraio alle ore 16.30 presso la Sala Polivalente San Carlo di Arona Claudio Milani che proporrà ai più piccini il suo spettacolo “Racconto alla Rovescia”, vincitore del premio Eolo Awards 2018, il riconoscimento più importante per il Teatro Ragazzi in Italia. I biglietti possono essere prenotati inviando una mail al sito info@teatrosullacqua.it. Le prevendite sono disponibili presso le librerie Feltrinelli in Corso Repubblica 106, e Mondadori in Corso Cavour 23 ad Arona.
Il biglietto intero ha un costo di 6,00€ mentre, per i nuclei famigliari di almeno 4 persone, viene applicata la tariffa ridotta di 5 euro a biglietto. I bambini al di sotto dei 3 anni hanno diritto all’ingresso omaggio. Per maggiori informazioni www.teatrosullacqua.it


Oltre i confini

Ultimo fine settimana per visitare la mostra “La campagna di Russia. Memorie” allestita nella Sala Mostre del Palazzo della Regione Piemonte. Promossa dalla sezione torinese dell’Unirr, Unione Nazionale Italiana Reduci Russia, e dalla Regione Piemonte, la mostra presenta una serie di profili di soldati che, strappati alla vita di tutti i giorni, sono stati catapultati a migliaia di chilometri di distanza, lontani dai loro affetti più cari e che spesso non hanno più fatto ritorno. Ingresso gratuito, tutti i giorni, dalle ore 10 alle 18.

 

 

“Sandy Skoglund. Visioni ibride” è la mostra curata da Germano Celant a Camera di Torino che in pochi giorni ha visto passare 2.300 visitatori. Pesci rossi che volano in una stanza da letto azzurra, gatti “radioattivi” verde acido che animano una grigia cucina, cani viola che si rilassano in un appartamento borghese sono solo alcuni dei set ideati, realizzati e fotografati da Sandy Skoglund che fanno emergere la tensione tra autentico e costruito, tra realtà e sogno delle sue opere. Si va dalle serie fotografiche prodotte a inizio anni Settanta, dove già emergono i temi caratteristici dell’interno domestico e della sua trasformazione in luogo di apparizioni tra comico e inquietante, alle grandi composizioni dei primi anni Ottanta, che hanno dato all’artista fama internazionale, fino alla creazione più recente Winter, alla quale l’artista ha lavorato per oltre dieci anni, presentata a Camera in anteprima mondiale. Info www.camera.to

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,