L’Estate novarese si prenota con la app

L’Estate novarese si prenota con la app. Smartphone, prenotazione, ingressi contingentati. Così saranno gli appuntamenti estivi nel cortile del castello promossi dal Comune in collaborazione con enti e istituzioni culturali della città.

Più di cinquanta serate in tutto che avranno inizio il 2 luglio per terminare il 3 settembre; la app per la prenotazione dei posti sarà scaricabile nelle prossime settimane. Nonstante il piano di agibilità preveda che le sedie debbano essere 500, i posti a sedere potranno essere solo 240, distanziati tra loro e nessuno potrà stare in piedi.

Gli ingressi saranno entrambi aperti e controllati da piazza Martiti e dalla passerella dell’Allea.

 

 

Un’estate di collaborazione, dunque, anche dal punto di vista economico finanziario se si considera che le risorse messe a bilancio dall’assessorato alla Cultura proprio per l’estate novarese, durante la pandemia sono state investite per l’emergenza alimentare. Ora, grazie al contributo di un importante sponsor del territorio, l’estate in città potrà essere organizzata comunque e le associazioni del territorio si sono impegnate a dare la loro disponiblità.

Il Teatro Faraggiana, oltre a proporre i propri spettacoli sospesi a causa del covid (leggi qui), sarà un punto di riferimento in caso di pioggia. Il calendario degli appuntamenti è ancora in fase di lavorazione, ma è sicuro che parteciperanno il Teatro Coccia con “My fair Lady”, “Il Barbiere di Siviglia” con gli allievi dell’accademia Amo, “Prometeus” e “A tutto Gaber”. Il Circolo dei lettori propone una serie di incontri con gli autori che, però, devono ancora confermare la presenza; e poi NovaraJazz e Restart per le serate musicali; Cabiria Teatro che non potrà svolgere la propria stagione a Casa Bossi, lo farà al castello; La Ribalta con “The terminale” e Novaeventi che organizzerà uno street food in via IV Novembre.

All’estate novarese parteciperà anche l’Atl con tre spettacoli oltre a quello di Ferragosto.

Tutte le serate avranno inizio alle 21 e saranno prenotabili tramite app; alcune saranno a ingresso gratuito, altre a pagamento con la possibilità di prenotare con ticket on line oppure sul posto.

Contestualmente agli eventi, all’interno delle sale, dal 23 giugno 6 settembre, la Fondazione Castello organizza una personale di Piergiorgio Branzi, fotografo e giornalista di fama mondiale.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni