Tempo libero Weekend & oltre

Il “profumo” di San Gaudenzio conquista il lungo fine settimana

Si comincia domani mattina con la premiazione dei Novaresi dell'Anno. E poi il balletto al Coccia, le mostre al Castello e qualche appuntamento in provincia


Siamo tutti Appassionati

Proseguono le mostre allestite al Castello di Novara. Al primo piano “Ottocento in collezione. Dai Macchiaioli a Segantini” visitabile da martedì a domenica con orario continuato dalle 10 alle 19.  biglietto intero 10 euro; ridotto 8 euro; scolaresche 5 euro; convenzioni con Abbonamento Musei, Fai, Touring Club; aperture straordinarie 26 dicembre e 1 gennaio. Per informazioni www.metsarte.com. Chi acquista il biglietto per la mostra potrà visitare la Galleria Giannoni gratuitamente. Al piano terra, invece, è visitabile gratuitamente la mostra di Enrica Borghi “Eco”, da martedì a domenica dalle 10 alle 19.

Al Teatro Coccia va in scena il più classico dei balletti: Giselle con la Compagnia Moscow Classical Russian Ballet. Tratto dall’idea di Théophile Gautier, romanziere francese, fu poi musicato, non appena la stesura del libretto fu terminata, da Adolphe-Charles Adam. Lo spettacolo è in programma sabato 19 alle 20.30 e domenica 20 alle 16; biglietti da 40 a 21 euro.

Michele Ghigo della Società Fotografica Novarese espone una personale al Museo Faraggiana Ferrandi, da martedì a venerdì’ dalle 9 alle 12,30, sabato dalle 9 alle 12.30 dalle 14 alle 19, domenica dalle 14 alle 19.

 

 

 

Dalla soffitta al castello di Novara” è il titolo della mostra di Figurine Liebig dal 1872 al 1975 allestita al castello di Novara. Info al link https://www.lavocedinovara.com/24ore/dalla-soffitta-al-castello-di-novara-le-figurine-liebig-in-mostra-da-oggi-fino-al-10-febbraio/

In  numerosi appuntamenti organizzati in occasione della festa patronale di San Gaudenzio sono consultabili al link https://www.lavocedinovara.com/san-gaudenzio-2019/san-gaudenzio-la-tradizione-che-si-rinnova-a-gennaio/https://www.lavocedinovara.com/san-gaudenzio-2019/san-gaudenzio-la-tradizione-che-si-rinnova-a-gennaio/

Ugo Dighero è al Teatro degli Scalpellini di San Maurizio d’Opaglio con “Ma mai nessuno la baciò sulla bocca”, Dettagli al link https://www.lavocedinovara.com/spettacoli/il-monologo-di-ugo-dighero-al-teatro-degli-scalpellini/


Divertimento e distrazione 

cinema novaresi propongono: al Vip “Glass”; all’Araldo “Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità”; al Faraggiana “Non ci resta che il crimine”. Info e orari su http://www.novaracinema.it/

Fino al 27 gennaio è aperta la tradizione pista di pattinaggio in piazza Puccini. Da lunedì a giovedì 15 – 19.30, venerdì 15 – 23, festivi e prefestivi 10.30 – 23.30. Ingresso 6 euro per un’ora.

Sabato 19 gennaio alle 21 nel Teatro comunale di Trecate si terrà la seconda tappa del concorso canoro «Gx International Talent Show» organizzato dall’associazione «Aps ShowTeam» con il patrocinio del Comune di Trecate. È ancora possibile partecipare alle preselezioni on-line: i candidati dovranno inviare un clip video a [email protected] in cui cantano un brano rigorosamente dal vivo con o senza impianto microfonico. Il materiale verrà valutato da esperti del settore.


Oltre i confini

Sabato 19 gennaio 2019 alle 21 presso il Teatro Civico di Vercelli appuntamento con “I Concerti di Bach”: Ramin Bahrami pianoforte, Massimo Mercelli flauto, Guido Rimonda violino e maestro concertatore e l’Orchestra Camerata Ducale.

Domenica 20 gennaio alle 11 presso la Sala Parlamentino, Palazzo dell’Ovest Sesia, a Vercelli Lorenzo Albanese alla fisarmonica terrà i primo appuntamento della rassegna Green Ties.

La vita dei soldati italiani e piemontesi al fronte nella tragica campagna di Russia, i combattimenti, il gelo, la fame, la prigionia, la morte. Sono i temi trattati dalla mostra “La campagna di Russia. Memorie” alleastita nella Sala Mostre del Palazzo della Regione Piemonte.
Promossa dalla sezione torinese dell’Unirr, Unione Nazionale Italiana Reduci Russia, e dalla Regione Piemonte, la mostra presenta una serie di profili di soldati che, strappati alla vita di tutti i giorni, sono stati catapultati a migliaia di chilometri di distanza, lontani dai loro affetti più cari e che spesso non hanno più fatto ritorno. La mostra, ad ingresso gratuito, si potrà visitare da fino a domenica 3 febbraio, tutti i giorni, dalle ore 10 alle 18.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati