Itinerari e luoghi Tempo libero

Tra arte e natura un percorso pieno di fascino

Il Museo del Paesaggio di Verbania, da oltre un secolo racconta l'ambiente del Lagp Maggiore e le sue peculiarità. Da visitare tutto lanno.

Un monumentale portale seicentesco in granito rosa di Baveno incastonato come una pietra preziosa e bizzarra sulle facciate semplici e lineari di Palazzo Viani Dugnani: questo è l’accesso al suggestivo Museo del Paesaggio di Verbania Pallanza che, dal 1914, racconta non solo l’arte e la storia del territorio verbanese, ma anche il vitale rapporto con il paesaggio circostante, in cui armoniosamente convivono laghi e montagne, cittadine e alpeggi, sacri Monti e ville nobiliari, castelli e chiese. Fondato nel 1909 dall’insegnante Antonio Massara, oriinario di Meina, il Museo nasce con l’intento di “Non lodare ma capire il paesaggio ed i suoi valori autentici”, e all’interno delle sue sale accoglie le opere di quegli artisti in grado di comunicare l’anima di questo paesaggio, tra cui i pittori Eugenio Gignous, Guido Boggiani e Achille Tominetti, particolarmente amato dal Massara. Al piano terra di Palazzo Viani Dugnani è collocata la sezione di scultura che ospita, in particolare, le opere dell’intrese Paolo Troubetzkoy, che nel 1938 volle donare al museo tutti i gessi conservati nella sue residenze di Verbania e di Neuilly sur Seine, e ben 53 pezzi di Arturo Martini, donati insieme a dipinti e materiale documentario nel 1981 dalla compagna Egle Rosmini, nativa del Lago Maggiore. Le sale dei piani superiori sono invece dedicate alla pittura della seconda metà dell’Ottocento e dell’inizio Novecento, di cui una buona parte raffigura paesaggi lacustri e montani del Verbano e delle zone adiacenti: oltre alla sala dedicata al celeberrimo “scapigliato” Daniele Ranzoni, notevoli i dipinti degli esponenti del naturalismo lombardo, del verismo e del divisionismo, tra cui spiccano quelli del celebre gallerista e collezionista Vittore De Grubicy e di Carlo Fornara. Parte integrante del Museo del Paesaggio sono anche Palazzo Biumi Innocenti a Pallanza e Casa Ceretti ad Intra, attualmente non aperti al pubblico. Per informazioni sugli orari di apertura, si può consultare il sito www.museodelpaesaggio.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,