Itinerari e luoghi Tempo libero

Alla scoperta dei giardini del Lago d’Orta

Ad Ameno quattro aree verdi particolarmente suggestivi nella stagione autunnale

Non sono solo un patrimonio botanico, ma soprattutto un patrimonio culturale: i giardini, unendo componenti storiche, artistiche, ambientali e sociali, sono lo specchio della società e delle epoche storiche che li hanno plasmati.

Nella nostra regione sono oltre 850 tra pubblici e privati, rappresentano un segno tangibile della vitalità del contesto in cui si trovano ed hanno una forte valenza antropologica perchè, definendo l’aspetto dei luoghi, hanno contribuito a trasfomare il paesaggio.

La zona del Lago d’Orta è ricca di spazi verdi che, nel loro insieme, costituiscono un sistema paesaggistico pregevole, dallo spiccato valore panoramico: Ameno, ad esempio, presenta quattro notevoli giardini piacevoli da scoprire in ogni stagione, particolarmente suggestivi in autunno per i colori del foliage e in primavera per il tripudio delle fioriture, soprattutto di azalee.

Il giardino della Villa Monte Oro (nella foto), progettata dall’architetto Nigra nel 1926, si estende per 7 chilometri ed ha una superficie di 24 ettari piantumata con rare sequoie, cipressi, tassi, conifere e faggi di dimensioni monumentali (ingresso da via F.lli Neri, 10). Lungo via Matteotti si trova poi il giardino della Villa Agazzino Pastori, struttura turistico-ricettiva al centro di un parco dall’impianto ottocentesco, con statue in pietra e una suggestiva serra. Nel centro storico, tra piazza Marconi e via Solaroli, è possibile infine visitare Palazzo Tornielli di Borgolavezzaro e Palazzo Solaroli, l’uno sede museale con un parco di grande valenza paesistica, con alberi d’alto fusto, scalinate bordate da rocaile, gazebi in ferro batturo, una grotta ed un suggestivo laghetto, e l’altro sede municipale, con un fantasioso giardino progettato dall’eclettico “architetto in gonnella” Ercole Marietti alla fine del XIX secolo con spazi neoclassici e neogotici ricavati tra gli alberi secolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati