Tempo libero

A Omegna si lavora per il Master Plan del Turismo condiviso dai cittadini

Una condivisione democratica del progetto dove tutti potranno andare sul sito del Comune, rispondere a un questionario e dare suggerimenti

A Omegna si lavora per il Master Plan Il Master Plan del Turismo. Il progetto è stato presentato venerdì 28 febbraio al Forum: dati, riflessioni e suggerimenti, ma soprattutto si è chiesto a tutta la cittadinanza di farsi parte attiva nella sua realizzazione.

Ed è questa la novità: una sorta di condivisione democratica attuata dalla rete in cui tutti i cittadini potranno andare sul sito del Comune, rispondere a un questionario e dare suggerimenti.

L’obiettivo del Master Plan, come ha ricordato il sindaco, Paolo Marchioni, è quello di fornire alle amministrazioni future (e ai cittadini futuri) le linee guida per uno sviluppo in senso turistico della città. E per evitare che una amministrazione distrugga poi quello che è stato fatto dalla precedente, il Tavolo del Master Plan è stato allargato a tutte le forze politiche, ai rappresentanti del commercio, dell’industria, dell’artigianato.

La società che si è aggiudicata l’appalto, la Turismo Ok valdostana, ha spiegato al pubblico presente al Forum – numeroso ed attento – cosa è stato fatto: ricerche e dati molto interessanti (dove si vede per esempio che Omegna attrae più visitatori italiani e più per manifestazioni sportive… etc etc), possibili ambiti di sviluppo, linee di investimento.

Inoltre la Società ha illustrato le linee guida del prossimo futuro. Fra cui, appunto, il coinvolgimento di tutta la cittadinanza per un progetto che sia un esempio di partecipazione attiva e democratica nelle scelte fondanti della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,