Storie della domenica

Sbarcherà presto anche a Novara la app che ti accompagna in chiesa

Si chiama non senza ironia "Dindondan" ed è stata sviluppata da quattro studenti universitari milanesi. È una guida smart agli orari delle messe e delle funzioni religiose

Ë nata poco più di un mese fa,  proprio nei giorni in cui si svolgeva a Roma il Sinodo dei Giovani, e non è un caso.

Si tratta di una nuova applicazione per smartphone ideata e sviluppata da quattro studenti universitari di Milano.

Hanno fatto tutto loro. Un’applicazione gratuita che mostra la localizzazione delle chiese più vicine. Si chiama, non senza un pizzico di ironia “DinDonDan”.

La nuova applicazione nasce dall’idea di Alessandro e Angelo (aspiranti Ingegneri), Federico (studente di giurisprudenza) e Giacomo (che studia esign), quattro studenti universitari milanesi spinti dal desiderio di mettere insieme le loro competenze trasversali.

«L’obiettivo – spiegano –  è quello di fornire in modo semplice tutte le informazioni utili a chi si vuole accostare ad una chiesa: gli orari di apertura delle chiese, le Messe feriali e festive fino agli orari di disponibilità dei sacerdoti per le confessioni.  Abbiamo pensato che questa possa essere un aiuto comodo e utile per tutti , ma in particolare per chi si trova per qualunque motivo, lontano dalla parrocchia abituale.

DinDonDan localizza l’utente, gli mostra le chiese più vicine a lui con gli orari delle Messe, permettendogli di selezionare quelle ancora accessibili (vedi ad esempio chi rientra in città la domenica sera…). Preziosa è la funzione “filtro”, grazie a cui è possibile anche selezionare giorni e orari e avere una mappa personalizzata in base alle esigenze.

Altra peculiarità nell’applicazione è la “segnalazione modifiche”: DinDonDan permette agli utenti di segnalare eventuali modifiche agli orari; il che la rende così una App continuamente aggiornata e partecipativa.

Il servizio è in continua espansione, grazie anche all’opzione “Aggiungi chiese”, per segnalare chiese e orari non ancora presenti nel database.
Non da ultimo colpirà che si può trovare una sezione con diversi testi di papa Francesco sul significato della messa. La speranza è che l’utente abbia a portata di smartphone non solo il dove e il quando ma anche il perché.
Al momento DinDonDan , che è disponibile gratuitamente su App Store e Play Store. mostra le chiese di Milano e dintorni, «ma il nostro obiettivo – spiegano gli autori – sarebbe di espandersi verso altre zone d’Italia. A cominciare dalle zone più vicine a Milano. Per questo molto presto arriveremo anche a Novara»

  1. Don Ezio Fonio

    Sono decisamente contrario a tecnologizzare il reperimento chiese e confessori con un’applicazione per vari motivi:
    1° La Chiesa non è un cinema o supermercato o un ufficio pubblico, insomma un ente erogatore di servizi, per cui ieri la guita telefonica oggi un’applicazione digitale mi serve per risolvere un problema. La Chiesa è una comunità di persone che devono avere rapporti umani guardandosi negli occhi.
    2° Chiunque parte da casa per un viaggio di qualsiasi natura ha uno scopo, un itinerario, un programma. Se è un fedele s’informa prima di partire dove e quando c’è la celebrazione che gli interessa, quindi ha tutto il tempo, tramite i siti internet ed eventualmente il telefono di conoscere gli orari delle Messe, se poi deve confessarsi non è che deve farlo durante un viaggio, come uno non va dal medico mentre fa una gita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Al via saldo e stralcio cartelle

Al via saldo e stralcio cartelle

Roma, 7 gen. (AdnKronos) – Al via l’operazione ‘saldo e stralcio’ delle cartelle. Agenzia delle entrate -Riscossione, si legge in