Storie della domenica

«Diventare genitore adottivo ha un valore incredibile»

Lo dice Massimo Vaggi, autore del libro "Kinshasa. Una storia di adozione" nel quale racconta i fatti reali accaduti nel 2013 quando il governo della Repubblica Democratica del Congo sospende l’uscita dal Paese di 800 bambini

Il 25 settembre 2013 la Repubblica Democratica del Congo sospende l’uscita dal Paese dei bambini che, in forza di una sentenza di adozione internazionale, sono in attesa di raggiungere i genitori; i bambini sono circa 800, 130 dei quali destinati a famiglie italiane. Cinque anni dopo una vicenda avvolta da un “mistero incomprensibile”, Massimo Vaggi, avvocato in pensione, oggi presidente di Nova, Associazione di volontariato di genitori adottivi, ente accreditato all’adozione internazionale, racconta i fatti realmente accaduti nel libro “Kinshasa. Una storia di adozione” edito da Interlinea.

«La mia storia nel mondo delle adozioni internazionali – racconta Vaggi – comincia nel 2001, in contemporanea con la nuova legge, quando mia moglie e io, già genitori biologici di due figli, decidiamo di adottare. Ci sono sempre piaciute le famiglie numerose, così abbiamo avviato la domanda presso l’associazione Nova, che ancora non conoscevamo, e in due anni l’iter burocratico è andato a buon fine; nel 2003 siamo partiti per San Paolo in Brasile: l’esperienza è stata molto faticosa perchè abbiamo dovuto fermarci lì quasi due mesi, però siamo stati molto fortunati tanto che siamo poi tornati in Italia con il nostro terzo figlio».

E da qui la voglia di poter fare di più: «Durante la permanenza in Brasile  – prosegue – ho avuto modo di vedere come operano gli istituti ed è stata un’esperienza davvero indimenticabile tanto che, quando sono tornato in Italia, ho deciso di occuparmi di progetti di cooperazione di sviluppo all’estero per l’associazione Nova, incarico che poi mi ha portato a diventare presidente».

Quel 25 settembre 2013 Vaggi non si trovava in Congo, ma stava seguendo dall’Italia l’iter che avrebbe dovuto portare nel nostro Paese 130 bambini, 16 dei quali destinati alle adozioni della sua associazione: «Stiamo parlando di un paese difficilissimo – spiega – con un governo dittatoriale, una situazione sociale di povertà e guerre di natura etnica e religiosa; non c’è assistenza sanitaria nè scolastica, se vuoi qualcosa devi pagare; non esiste un’anagrafe, i bambini vengono abbandonati per strada, non c’è alcun intervento pubblico, possono solo sperare di essere trovati da qualcuno, che non sia la polizia, e finire in un istituto privato che si occupa di infanzia abbandonata che comunque vive di sussistenza. Il nostro lavoro lì è iniziato nel 2009 cone le prime adozioni e la costruzione di una struttura che si occupa di progetti e cooperazione; è un luogo dove i bambini trascorrono mesi prima di incontrare i genitori adottivi, dove ricevono cure mediche per guarire dalle malattie e dove imparano un po’ italiano. Nel 2013, però, il governo locale blocca le adozioni, sostenendo di voler controllare che tutti i dossier fossero puliti, di fatto con un atto contrario al diritto internazionale.  L’aspetto più drammatico di questa vicenda è stato che tutti i bambini erano già stati adottati, quindi tutti avevano già i loro “nuovi” genitori».

Come è noto, la situazione si è sbloccata solo dopo tre anni quando finalmente i bambini sono arrivati in Italia e sono stati destinati alle diverse famiglie che li avevano adottati.

«Chi vuole adottare, però, non deve scoraggiarsi – conclude Vaggi – ci sono condizioni di estrema difficoltà e spesso le cose non sono semplici come ci si aspetta, ma diventare genitore adottivo ha in sè un valore incredibile perchè aggiunge qualcosa alla tua esperienza».

I diritti del libro saranno destinati a un progetto di sostegno dell’istituto di accoglienza dei minori di strada dell’associazione Aurore, Kinshasa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati