Sport Volley

Monza è più lucida e la Igor va di nuovo ko in casa

Le azzurre cedono 1-3 alla Saugella. Le brianzole, superiori in quasi tutti i fondamentali, si dimostrano micidiali soprattutto al servizio. La Igor di nuovo in campo mercoledì a Stoccarda per la Champions League

Questo slideshow richiede JavaScript.

Continua il periodo poco positivo delle Igor Novara tra le mura amiche. Le azzurre segnano il passo 1-3 contro la Saugella Monza, che ha meritato la vittoria al termine della più opaca prestazione igorina. La sfida inizia subito in salita con la Igor a cedere 22-25 il primo parziale per poi recuperare il secondo con identico score. Decisamente male il terzo set che le brianzole si aggiudicano sul velluto (16-25) prima di chiudere il match con un 21-25 in rimonta recuperando sei punti.

Le ragazze di Barbolini, nel complesso, non hanno reso al meglio delle loro potenzialità lasciando spazio al collettivo di Monza ben guidato dall’Mvp di giornata Hanna Hortmann. Più volte nell’arco del match Novara ha alternato sprazzi di ottima pallavolo a veri e propri black-out, soprattutto nel secondo set, minando così la rincorsa all’Imoco Conegliano. Monza vince guidata da Di iulio (l’ex del match Skorupa non ha messo piede in campo) grazie a una prova collettiva superiore alle Igorine in ogni fondamentale.

 

 

Nel dopo partita coach Massimo Barbolini non trova alcun alibi. «Abbiamo giocato male. Monza ha invece fatto meglio di noi, con maggior lucidità e vinto con merito. Noi siamo stati schiavi della loro battuta, ma non è stato l’unico motivo di una prestazione negativa. Siamo mancati nelle soluzioni per invertire la rotta. In certe situazioni siamo stati davvero imbarazzanti al servizio. Sono preoccupato perché non possiamo perderci in un bicchier d’acqua in queste partite».

Photocredit Andrea Marangon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati