Sport

Sfumato il sogno olimpico per Francesca Gallina

La snowboarder novarese costretta al ritiro per un problema a un ginocchio (e una pista giudicata pericolosa) nella gara vinta dell'italiana Michela Moioli neo campionessa olimpica di specialità

Un ginocchio ‘ballerino’ e un tracciato di gara ritenuto troppo pericoloso hanno costretto al forfait Francesca Gallina nella gara di snowboard di stanotte alle Olimpiadi invernali di Pyeongchang. Per la snowboarder novarese, dopo tanta attesa, solo rabbia e amarezza di fronte a quello che si può definire un brutto scherzo del destino. Evidentemente doveva andare così visto che anche la compagna di squadra Sofia Belingheri è stata costretta a identico forfait dopo un ultimo vano tentativo nel pre gara.

Una decisione presa a malincuore insieme allo staff tecnico azzurro per non rischiare oltremodo la sua incolumità su un rischiosissimo tracciato di gara che, solo il giorno prima, aveva costretto alle cure ospedaliere una decina di atleti del settore maschile. Tanto che il direttore sportivo dello snowboard azzurro, Cesare Pisoni, proprio a fine gara femminile, ha sfogato tutta la sua contrarietà sul percorso di gara non mandandole a dire al comitato organizzatore.

«Purtroppo non è andata molto bene – spiega Francesca Gallina a La Voce – sono delusa e amareggiata soprattutto perché non ho nemmeno potuto gareggiare. Alla fine ho deciso con gli allenatori di non scendere. Un po’ per la pista poi perché avevo dei postumi di infortunio a un ginocchio, abbiamo preferito non rischiare».

In gara il successo e la medaglia d’oro sono andati all’italiana Michela Moioli che si è laureata campionessa olimpica al termine di una prestazione superlativa fin dalle batterie eliminatorie. La bergamasca ha intascato la medaglia d’oro davanti alla francese Julia Pereira De Sousa Mabileau e alla ceca Samkova. Ottima prestazione anche per Raffaella Brutto che, ripescata per la finale B, ha centrato un più che lusinghiero 8° posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,