Calcio Sport

Ripescaggi in serie B, la Figc conferma: “C’è la graduatoria, se ne riparla dopo il 7 settembre”

ULTIMA ORA - Il commissario straordinario Roberto Fabbricini esce allo scoperto con un'intervista rilasciata a un'emittente tv di Terni. "Il Coni deciderà cosa dovrà fare la Figc"

Sarà l’ennesima ‘bolla di sapone’ di una pazza estate calcistica oppure potrebbe finalmente rivelarsi una bella realtà pronta a far tornare il sorriso ai tifosi novaresi? Venerdì sera parte il campionato di serie B con l’anticipo tra Brescia- Perugia ma la questione dei ripescaggi in serie B è tutt’altro che chiusa. E’ quanto emerge da un’intervista al commissario straordinario della Figc Roberto Fabbricini, uscita poco fa in rete e rilasciata alla testata multimediale Tele Galileo di Terni (per guardare il video integrale clicca qui). Dichiarazioni che, in un certo senso, lasciano più di una perplessità considerato come si sono fin qui svolte tutte le varie operazioni, per modi e tempi, fino alla compilazione del calendario della cadetteria in mezzo a mille e più polemiche. E’ proprio in merito ai ripescaggi che il numero uno della Figc tiene a spiegare le ragioni che hanno portato prima alla riduzione dell’organico, poi al sorteggio del calendario ribadendo inoltre come la data del 7 settembre sarà quella decisiva. Quanto emergerà dall’ultimo atto del Collegio di Garanzia del Coni in merito ai ricorsi sui ripescaggi potrebbe infatti rimettere tutto in discussione, come nulla fosse finora successo. “Abbiamo deciso di partire col campionato – spiega Fabbricini – per garantire continuità e dare un segnale. Certo serve una riforma dei campionati ma questo discorso sarà affrontato durante il prossimo Consiglio Federale”. Come mai la decisione di cambiare il format (da 22 a 19 squadre) in un primo tempo considerato immutabile? “Ho cambiato idea – continua – dopo la doppia delibera dell’assemblea di B e dopo che 19 squadre mi hanno scritto tramite PEC, per ribadire che non volevano i ripescaggi. Non so se il 7 settembre sarà la data ultima per decidere tutto, ci sono diversi ricorsi pendenti che non danno certezza su quali saranno le squadre chiamate a completare l’organico. Dopo quella data faremo ciò che sarà richiesto dalla legge”. Dopo il 7 settembre cosa potrà succedere? “Seguiremo le direttive che ci verranno date dal Coni. Sei squadre hanno fatto ricorso ma alcune di queste hanno difficoltà ad essere inserite tra le tre”. A chi spetterà la decisione sulle eventuali ripescate? “Il Coni è esterno a questa questione, deve decidere cosa dovrà fare la Figc che stabilirà quali compagini ripescare”. Allora c’è già una graduatoria? “La graduatoria c’è ma non è stata pubblicata. Se non ci fossero stati i ricorsi avremmo già fatto i ripescaggi. Per questo la teniamo ancora nel cassetto per non generare false aspettative o delusioni e polemiche. L’ordine non posso dirlo comunque anche Catania e Novara sono state riconsiderate dalla sentenza del TFN che è stata poi impugnata. Aspettiamo dunque il 7 settembre poi vedremo se la serie B sarà a 19, 20 oppure a 22 squadre”. Intanto a Novara si torna a sperare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati