Calcio Sport

Ripescaggi in serie B: il Tar del Lazio rimette tutto in gioco. Rischio sospensione per Pontedera-Novara

Si torna nel caos dopo l'accoglimento dei ricorsi presentati da Pro Vercelli e Ternana. La pretendenti al ripescaggio potrebbero non giocare la prima giornata di serie C. Il Novara, che è già in viaggio verso Pontedera, attende le decisioni dalla Lega Pro

Serie B confermata a 19 squadre e via, da domani sera con alcuni anticipi, al campionato di serie C? Forse, ma anche no. Perché proprio oggi, tramite un comunicato ufficiale, il Tar del Lazio ha accolto i ricorsi presentati da Ternana e Pro Vercelli contro la decisione del Coni di bloccare i ripescaggi. Come dire palla al centro e si ricomincia una battaglia che non è evidentemente ancora finita. In una situazione che, più di prima, rasenta il surreale.

L’accoglimento del Tar, che ha fissato la trattazione del merito del ricorso al 9 ottobre, rimette nuovamente tutto in discussione sia per Pro Vercelli e Ternana ma anche per Novara, Catania, Siena e Virtus Entella che potrebbero nuovamente tornare a sperare nel ripescaggio in cadetteria.

Al momento, ma sono solo indiscrezioni, la Pro Vercelli avrebbe già comunicato di non scendere in campo fino a quella data chiedendo il rinvio della sfida contro il Piacenza di mercoledì prossimo. Stessa sorte potrebbe toccare alla Ternana che riceverà il Rimini nel turno inaugurale. Sono ipotesi tuttavia, perché i rispettivi siti societari non riportano al momento alcuna conferma in merito. Si attende quindi un messaggio chiarificatore, presumibilmente a stretto giro d’ore, da parte della Lega Pro che possa in qualche modo far luce a uno stato attuale di buio completo.

Il Novara tra l’altro, che anticiperà domani sera, è già partito nel primo pomeriggio ed è tuttora in viaggio verso Pontedera come appena confermato a La Voce dagli occupanti del torpedone azzurro. Delle due, tuttavia, se ne avrà presto una: in assenza di comunicazioni ufficiali il Novara scenderà regolarmente in campo, altrimenti terminerà la trasferta in Toscana tornandosene subito a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati