Basket Novara Basket Sport

Nuova stagione al via per le ragazze del Novara Basket

Staff tecnico-dirigenziale e squadre femminili Under 13, 14 e 16 al completo per la presentazione ufficiale 2018-19 nella Sala del Compasso della Cupola di San Gaudenzio

Questo slideshow richiede JavaScript.

Serata di gala per le giovani atlete del Novara Basket, nella splendida atmosfera della Sala del Compasso della Cupola di San Gaudenzio, per la presentazione delle squadre femminili biancorosse al via dell’ormai imminente stagione sportiva 2018-19.  All’appuntamento, presentato con maestria da Dario Ricci di Radio 24, tanti rappresentanti del mondo sportivo cittadino e, in prima fila, gli assessori comunali Marina Chiarelli, Valentina Graziosi e Federico Perugini, il delegato Coni Novara Rosalba Fecchio, il presidente Fip Piemonte Giampaolo Mastromarco e l’allenatore e Rtt Lombardia Roberto Riccardi.  Quindi una videoproiezione per ripercorrere le tappe del basket femminile poi, in un clima di festa collettiva, la consegna di rito delle maglie a tutte le atlete. Nel mezzo la parola ai protagonisti di questa idea-avventura iniziata pochissimi anni fa, in una sorta di scommessa finalizzata a riportare in città la pallacanestro ‘in rosa’.

“Il Novara Basket – ha spiegato il presidente Ugo Finetti – è prossimo a festeggiare i 40 anni di attività. Siamo infatti presenti dal lontano 1980 e da circa tre anni abbiamo iniziato a curare il settore femminile. Siamo orgogliosi di poterlo fare con ottimi riscontri, in una città che vede le ragazze tradizionalmente votate a giocare a volley. Il nostro è un percorso fatto di imprescindibili valori condivisi con famiglie e atlete”. Il settore femminile conta una cinquantina di ragazze completato i roster delle squadre Under 13, 14 e 16. “Sono numeri importanti – ha aggiunto il ds Enrico Marietta – per una realtà che ha messo le radici da poco tempo. Tra i nostri 500 tesserati, in gran parte ragazzi, ci sono anche loro che rappresentano il premio a un lavoro certosino e coerente se ripenso a quando abbiamo iniziato con solo 4-5 ragazzine. Adesso siamo a buon punto ma la nostra intenzione è sicuramente quella di crescere ancora, portando in espansione un progetto che ha trovato un numero di adesioni quasi inaspettato con 14 atlete in più rispetto allo scorso anno”. Un progetto di crescita che trova già la sua consacrazione con la campagna ‘C’è posto per me’. “Una campagna – ha concluso l’allenatore Massimo Ascione – che ha come protagonista un fumetto, dall’aspetto Manga e dall’animo umano, che si trova a combattere contro bullismo, disturbi alimentari e droga. Il limite imposto circa l’utilizzo di immagini e nomi delle nostre ragazze, che ricordo sono tutte minorenni, è sfociato nell’idea di creare un personaggio dei fumetti che rappresenta il prototipo di una ragazza che si appassiona a questo sport e vuole saperne di più”. L’idea è di Daniele Rudoni, insieme a Elisa Sguanci, noto fumettista novarese già collaboratore per Dylan Dog e Martin Mystère.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,