Calcio Sport

Novara, il calcio mercato s’è chiuso senza squilli

Nessuna novità in casa azzurra, l'ultima trattativa di ieri sera con Nicolas Schiavi ceduto in prestito in Lega Pro al Cuneo.

Si è chiuso senza ulteriori particolari squilli, sia in entrata che in uscita, il calcio mercato invernale azzurro ufficialmente terminato ieri sera. Per la società, evidentemente, la rosa attuale può andare bene così per centrare quella salvezza che appare tuttavia traguardo affatto semplice da raggiungere. I perché sono noti e la classifica attuale, con annesse caselline di vittorie, pareggi e sconfitte, lo testimonia appieno forse più di tante parole.

Tre arrivi, ormai già noti da qualche giorno, e una mezza dozzina di cessioni. Queste le trattative che hanno permesso al ds Domenico Teti di portare al Novara un nuovo giocatore per ruolo e ‘girare’ in prestito ad altre società quei profili poco o nulla utilizzati nei primi sei mesi dell’allenatore Eugenio Corini.

ARRIVI

In entrata, dunque, tre volti nuovi (qui sopra nelle foto www.novaracalcio.com): quelli del centrocampista Federico Maracchi, classe 1998 prelevato dal Trapani giunto in prestito con diritto di opzione e obbligo di riscatto in caso di play off,  del difensore mancino Moustapha Seck, classe ’96 prelevato dalla Roma via Empoli, e dell’attaccante George Alexandru Puscas, classe 1996 di proprietà dell’Inter, arrivato dal Benevento a titolo temporaneo con diritto di opzione e contro-opzione mentre dal Catanzaro, nelle ultime battute, è tornato dal prestito Antonio Lukanovic.

CESSIONI

In uscita sono invece partiti verso altri lidi Da Cruz passato a titolo definitivo al Parma quindi, tutti in prestito, Armeno finito alla Reggina, Tartaglia alla Fidelis Andria, Manconi (rientrato dal prestito al Carpi) al Livorno e Schiavi ceduto proprio nelle ultime ore al Cuneo.

Sabato si torna a giocare. Al Silvio Piola arriva l’Ascoli. Sarà il primo vero banco di prova, contro una diretta rivale alla salvezza, per dimostrare coi fatti la bontà delle ultime operazioni di mercato.

(Foto Andrea Marangon)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Consigliati