Hockey Sport

Monteforte e Marcon trascinano l’Azzurra contro il Seregno

Il sofferto 5-3 ai danni dei brianzoli consente agli azzurri di compiere un decisivo passo avanti in chiave salvezza. Poker di reti per il bomber e grandissima prova del portiere Diego Marcon.

L’Azzurra Novara si aggiudica con merito 5-3 la sfida salvezza contro il Seregno. Per i ragazzi di mister Mario Ferrari è una salutare boccata d’ossigeno, anche e soprattutto per la classifica, dopo una serie infinita di sconfitte consecutive.

La partita si mette presto sui giusti binari per i padroni di casa che vanno in rete al 5’ grazie a Monteforte. L’attaccante azzurro, stasera davvero in gran spolvero e autore di un poker decisivo di reti, sbaglia poi il rigore del possibile raddoppio. Per la legge del gol fallito, gol subito il Seregno trova il pari al 12’ con Di Donato per l’1-1 che chiude il primo tempo. Nella ripresa, più appassionante e spettacolare, il Seregno passa avanti al 3’con Gallotti ma Monteforte ristabilisce la parità pochi secondi più tardi. Le due squadre si temono e solo raramente tengono a scoprirsi perché la posta in palio è decisamente molto alta. La partita vive così una lunga fase di stanca per risvegliarsi in un incredibile finale. Al 15’ i brianzoli mettono la freccia con Mariani, 2′ più tardi ancora Monteforte trova il varco giusto per il 3-3. Al 19’ è invece l’Azzurra a metter avanti il naso col 4-3 siglato da capitan Brusa con una gran sventola dal limite. Gli azzurri hanno il torto di non chiudere la sfida, il Seregno di dannarsi inutilmente l’anima alla ricerca di un pareggio che non arriva. Negli ultimi 3′ partono i fuochi d’artificio. Marcon para un rigore a Mariani, poi si supera sul tiro a uno di Gallotti. Ma non è finita perché l’arbitro assegna una nuovo penalty al Seregno fallito due volte (anche nella ripetizione) dallo stesso Gallotti. Al 24’ il Novara ha la possibilità di chiudere la sfida con un tiro a uno (10 fallo) che Monteforte non riesce però a trasformare. Si soffre fino alla fine col Seregno che rinuncia al portiere per inserire un uomo di movimento. A 15” dalla sirena Oscar Ferrari si divora il gol della tranquillità non centrando la porta ormai sguarnita. Così tocca ancora all’inesauribile Monteforte, cinque secondi più tardi, siglare a porta vuota il 5-3 definitivo che regala all’Azzurra una vittoria che vale davvero doppio.

Altri risultati 16a giornata: Roller Bassano-Vercelli 9-5, Montebello-Sandrigo np, Cremona-Montecchio 4-1, Pico-Modena 4-2, Fortemarmi-Pordenone 4-3. Classifica: Sandrigo 39, Vercelli 32, Cremona 30, Montebello 27, Roller Bassano 26, Pico 22, Montecchio 20, Modena 19, Azzurra Novara e Pordenone 17, Fortemarmi 12, Seregno 6.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.