Sport Volley

La Igor piega 3-0 Busto e vola in finale di Coppa Italia

Capitan Piccinini e compagne affronteranno domani (ore 18) la vincente di Scandicci-Conegliano in programma stasera alle 20.30

La Igor Novara batte 3-0 Busto Arsizio in 1 ora e 20′ di gioco, tarpa le ali alle farfalle di Marco Mencarelli e vola in finale di Coppa Italia. Domani, Agsm Forum di Verona ore 18, le azzurre affronteranno la vincente dell’altra semifinale tra Savino Del Bene Scandicci-Imoco Conegliano che scenderanno in campo stasera alle 20.30.

E’ stata una Igor praticamente perfetta quella che non ha dato scampo alle biancorosse lombarde. Novara ha giocato un’ottima partita, in ogni fondamentale, difendendo e attaccando di squadra. Determinate e concrete le azzurre hanno proposto ordinate scelte in battuta, buonissime percentuali a muro e in attacco che, oltre alla solita Paola Egonu (21 punti) ha messo in luce la prepotente performance di Michelle Bartsch con l’americana top score con ben 22 punti. Decisamente positivo, oltreché prezioso per quanto espresso in campo, il rientro di Stefania Sansonna pienamente recuperata dopo l’infortunio al ginocchio. La Igor si è aggiudicata i tre set a 22, 21, 19. Ed ora pensa solo alla finalissima di domani sera.

 

Negli spogliatoi

Massimo Barbolini: “Buona partita di tutte. Pochi errori, se si eccettua qualche lieve passaggio a vuoto comunque non decisivo, e questo è un dato estremamente importante. Abbiamo approcciato bene la gara, difendendoci con ordine e attaccando bene quella che sapevamo essere una ottima difesa di Busto. Adesso pensiamo alla finale di domani, ricordando le buone cose fatte stasera ma provando a dare qualcosa in più. Conegliano o Scandicci? Affronteremo chi arriva, ben sapendo che sarà l’avversario più difficile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,