Sport Volley

La Igor in volo verso la Cina, appuntamento col Mondiale per club

La partita d’esordio martedì 3 dicembre contro il Tianjin della fuoriclasse Zhu Thing. Le due successive giovedì 5 dicembre alle 10 contro le turche del Vakifbank Istanbul e venerdì 6 dicembre alle 7 contro le brasiliane del Dentil Praia Clube. Coach Barbolini: «E' una grande occasione per tutti»

La Igor Volley, dopo l’ultimo allenamento sul parquet amico di ieri sera, è partita questa mattina con un volo aereo in direzione Cina. Le azzurre di coach Massimo Barbolini atterreranno a Shanghai per poi trasferirsi a Shaoxing dove dal 3 all’8 dicembre disputeranno, con i gradi di campionesse europee in carica, il Mondiale per Club.

La partita d’esordio è in programma alle 13 martedì 3 dicembre contro le cinesi padrone di casa del Tianjin della fuoriclasse Zhu Thing. Le successive partite sono in calendario giovedì 5 dicembre alle 10 contro le turche del Vakifbank Istanbul e venerdì 6 dicembre alle 7 contro le brasiliane del Dentil Praia Clube. Il 7 dicembre si giocheranno poi le semifinali 1°-4° posto e 5°-8° posto, l’8 dicembre tutte le finali dal 1° all’8° posto. Le partite saranno trasmesse in diretta in esclusiva per l’Italia da Sky Arena.

 

 

«Siamo reduci da una brutta partita giocata in Champions e stiamo attraversando un momento delicato della stagione – spiega l’allenatore azzurro – ma vogliamo onorare il titolo di Campioni d’Europa vinto a maggio. Per farlo dovremo superarci, visto che affronteremo fin dal girone eliminatorio tutte formazioni di altissimo livello».

E’ preoccupato?

«Certo che lo sono, aggiungo anche molto preoccupato. Non potrebbe essere diversamente. Sono io il primo che deve trovare soluzioni per lavorare meglio senza più alcuna scusante. Dobbiamo migliorare un po’ su tutti i fronti, dalla battuta alla ricezione, al muro. Sia contro Monza che a Stoccarda è mancato qualcosa per risolvere la situazione»

Torniamo al Mondiale, cosa si aspetta e con quali obiettivi parte la Igor Novara?

«Andiamo a giocare un Mondiale per Club, credo basti per capire la portata e la valenza di un simile evento. Dall’altra parte della rete andremo a sfidare le squadre forti del mondo. Credo rappresenti un’occasione importante per tutti, dal sottoscritto alle giocatrici. Le aspettative? Dare il massimo per raccogliere il meglio e migliorare laddove sappiamo facendo tesoro di poter partecipare a una competizione che non capita spesso di poter affrontare».

Ci inquadra le prossime avversarie?

<<Tianjin è la squadra che ha vinto la Champions League asiatica e si è pure rinforzata molto ingaggiando una delle migliori al mondo come Zhu Thing, assieme ad altri pilastri della nazionale e all’americana Destinee Hooker. Il Vakifbank Istanbul non ha bisogno di presentazioni, sono le Campionesse del Mondo in carica e pur essendo una squadra diversa e rinnovata rispetto allo scorso anno, saranno come sempre tra le candidate alla vittoria. Poi c’è il Praia Clube, la formazione vice-campione di Brasile che in estate ha aggiunto altre campionesse a un roster già di alto livello. Sarà un piacere ritrovare, da avversaria, Walewska con cui a Perugia ho condiviso stagioni eccezionali e tanti trofei»

Ci sarà spazio per tutte le convocate?

«In questo momento c’è bisogno di tutte, lo scopo è ritrovare equilibrio. Certo bisogna meritarselo. Credo sia un problema di testa perché da punto di vista atletico non c’è alcun problema. Finora abbiamo lavorato tanto, evidentemente non è bastato e serve lavorare di più. Ecco perché sarà importante cercare di ‘rubare’ qualche segreto dalle tante altre campionesse che andremo a sfidare».

Cinque partite in sei giorni, non è un po’ troppo a questo punto della stagione?

«E’ un discorso che vale anche per le avversarie. Noi dobbiamo solo pensare a scendere in campo e dare il massimo in ogni partita»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati