Calcio Sport

Il Novara Calcio ha presentato Sbraga e Peralta

Il centrale difensivo giunto dal Siena e il giovane trequartista arrivato dal Pisa stamattina a Novarello per il primo incontro con la stampa

Andrea Sbraga e Diego Peralta (insieme al ds Ludi nella foto www.novaracalcio.com), a poche ore dall’addio di Lorenzo Montipò ufficialmente ceduto al Benevento a titolo temporaneo con opzione, sono stati presentati questa mattina a Novarello.

A fare gli onori di casa ai primi due acquisti del Novara Calcio edizione 2018-19 ci ha pensato il ds Carlalberto Ludi che ha definito i nuovi arrivati “per caratteristiche, step di carriera e qualità due giocatori funzionali per il nostro progetto. In questa categoria hanno già dimostrato il loro valore e la loro importanza”.

Il primo, esperto difensore centrale da anni ‘abbonato’ alla categoria, proviene dal Siena dopo un’ottima stagione trascorsa in maglia bianconera. “Preferisco agire sul versante destro della difesa – ha spiegato Sbraga – anche se devo dire che nelle ultime stagione ho ricoperto un po’ tutti i ruoli. Adattarmi non è mai stato e mai sarà un problema. Sono a completa disposizione di ogni scelta di mister William Viali. L’ultima stagione con il Siena? E’ stata un’annata davvero importante per me. La gente si è legata molto alla squadra anche per il raggiunto traguardo dei playoff”. E’ un Novara fresco di retrocessione che cerca nuovi leader, ti senti pronto al ruolo vista la tua già lunga esperienza in categoria? “Più che di leader, per una squadra è fondamentale poter contare su un gruppo importante. Credo sia questa la componente essenziale per fare bene. Chi è leader lo deve dimostrare sempre e solo sul campo”.

Il giovane Peralta, giunto l’altro giorno dal Pisa, ha confermato la felicità “di essere qui a Novara. Vorrei poter ripetere quanto di buono fatto con il Pisa. Con mister Gattuso mi sono trovato benissimo anche se l’anno scorso ho fatto un po’ di fatica a trovare continuità e mostrare le mie caratteristiche”. Qual è il ruolo che preferisci? “Come trequartista e da esterno destro, anche se più volte ho giocato anche a  sinistra. Non di rado, entrando a partita in corso, sono riuscito a dare una scossa alla partita”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati