Sport Volley

Igor Volley Novara: c’è la firma di Federica Stufi

La centrale fiorentina, classe 1988 lo scorso anno capitana a Busto Arsizio, non ha alcun dubbio sulla sua scelta: "Arrivo con tanto entusiasmo, darò il massimo per vincere su ogni fronte"

Una ‘centrale’ veloce, grintosa e determinata. E, cosa che non guasta, sempre col sorriso sulle labbra. Alla corte di coach Massimo Barbolini è arrivata Federica Stufi, nelle ultime due stagioni capitana con la maglia di Busto Arsizio. Stufi è il secondo acquisto, in ordine di tempo, messo a segno della società di patron Fabio Leonardi che sta allestendo una rosa sempre più competitiva in vista della prossima stagione 2018-19. “L’accogliamo con gioia tra noi – ha spiegato ‘pres’ Giovanna Saporiti durante la presentazione di poco fa al PalaAgil – e siamo molto felici di poter contare sul suo apporto per una nuova stagione che speriamo appassionante e vincente”. Federica Stufi è volto noto perché più volte vista, e molto apprezzata, ma sempre da avversaria. L’arrivo in maglia azzurra novarese, con quali ambizioni? “Innanzitutto – spiega la centrale fiorentina – ringrazio società e staff per la bellissima accoglienza. Aspettative? Giocheremo su tanti fronti, sono pronta a dare il mio contributo per un progetto in cui credo e che è stato il principale ago della bilancia sulla mia scelta di venire qui. E’ vero, ci sono stata tante volte da avversaria, adesso sarà una grande emozione poterlo fare da protagonista con questi colori. Ripeto, credo nel progetto della società e sono sicura giocheremo una grande stagione. Poi c’è Massimo Barbolini, un allenatore che stimo tantissimo dentro e fuori dal campo e una tifoseria sempre molto caldo e appassionata. Che dire, non vedo l’ora di iniziare col massimo entusiasmo”. Con una Igor che vuole vince ancora puntando a recuperare qualcosa che l’anno scorso non è purtroppo arrivato. “Ci aspetta una stagione lunga e impegnativa – conclude Stufi – per questo servirà un roster competitivo, con ogni giocatrice nelle condizioni di dare sempre il massimo contributo. La Champions? Si andrà a dar battaglia alle più forti e l’emozione di queste gare è sempre tutta particolare. E’ uno dei tanti obiettivi che cercheremo di far nostri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Consigliati