Calcio Sport

De Salvo e Di Carlo all’unisono: “Vittoria importantissima, ora sotto col Palermo”

In sala stampa ritorna il sorriso dopo un periodo di sole sconfitte

Il primo a presentarsi in sala stampa dopo la vittoria del Novara sul Brescia  è patron Massimo De Salvo. È tornato lei e il Novara torna alla vittoria, una coincidenza? “C’ero anche nelle sconfitte. Stasera era importante vincere contro una diretta concorrente. La difesa a 4 va rivista? “Sono contento della difesa a 4. La serie B  porta a prendere sempre un gol, non solo a noi. È importante fare più gol in questa stagione. L’Empoli ha preso tanti gol quanti noi eppure è in cima alla classifica. Serve farne uno in più degli altri”. Può questa essere considerata una vittoria toccasana? Una liberazione mentale? “Ogni gara va giocata come fosse l’ultima. Intanto sono arrivati tre punti, ora ci aspetta un’altra settimana di lavoro”. Il Ds Teti in panchina. “In alcuni momenti è importante far capire che siamo compatti sotto tutti i livelli. Siamo sulla stessa barca tutti assieme. Io lascio a Teti la libertà di scegliere se andare in panchina. È importante essere uniti nei momenti difficili perché nei momenti facili è molto più semplice. Così l’ex Boscaglia. “Abbiamo concesso 10 minuti e siamo stati puniti oltremisura. Primo tempo di alto livello dove abbiamo avuto occasioni anche per raddoppiare. Non lo abbiamo fatto e poi è normale che una squadra, seppure in difficoltà, con grandi valori come il Novara possa ritornare. È stata una partita fisica, è andata bene al Novara ma peggio per noi. Dovevamo chiudere la partita, non siamo stati cinici al punto giusto”. Per mister Di Carlo tre punti che fanno tornare il sorriso. “Nel primo tempo loro hanno avuto più qualità di noi ma quando uscivamo sugli esterni andavamo sempre al tiro o al cross. C’è stata solo una settimana di 4-4-2 e quindi è normale che qualche distanza si perda. Bisognava mantenere equilibrio e essere più corti. Nel primo tempo siamo andati sotto, ma abbiamo avuto il carattere per vincere. È una cosa positiva. Oggi era troppo importante arrivare a prendere l’intera posta”. Soddisfatto  della difesa a 4? Dopo una settimana di prove è normale che qualche meccanismo non sia perfettamente oliato. Non sarà sempre 4-4-2, ma anche 4-3-3 come abbiamo concluso. Col Palermo ci sarà la difesa a 4, non so poi se 4-4-2 o 4-3-3″. Il ritorno al gol di Sansone, un giocatore recuperato? “È importante quando gli attaccanti segnano, si crea un clima positivo e quel feeling necessario fatto di fiducia e motivazione. Se gli attaccanti si muovono bene si gioca a calcio, se gli attaccanti non si muovono diventa difficile guadagnare campo. Bisogna togliere la ruggine negativa dalle sconfitte e per questo abbiamo cercato, voluto e ottenuto questa vittoria di carattere e qualità”. Sabato arriva il Palermo. “Sarà una battaglia. Il Palermo è più forte, è una squadra molto fisica e anche tecnicamente ha i suoi valori. Rispetto per tutti, ma paura di nessuno”.

LEGGI LA CRONACA DI NOVARA – BRESCIA 2-1

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Sempre più Fairtrade

Sempre più Fairtrade

Roma, 31 mag. (AdnKronos) – Sempre più commercio equo: nel 2017 i consumatori italiani hanno speso 130 milioni di euro