Cronaca Sport

Cittadella dello sport: lunedì l’incontro coi proponenti, giovedì con le società

Doppio appuntamento per il Comune di Novara per definire i dettagli in merito ai lavori di riqualificazione dell'intera area sportiva di viale Kennedy. Canelli «Il progetto è in fase di definizione»

Come La Voce aveva anticipato lo scorso gennaio (leggi anche Novara sogna una nuova cittadella dello sport) la Cittadella dello sport potrebbe, pur in tempi di realizzazione non ancora quantificati, cambiare volto all’intera area di viale Kennedy. Non solo con la riqualificazione e il restyling degli impianti sportivi già esistenti ma anche con una completa ridefinizione di aree commerciali, parcheggi e viabilità.

Lunedì ci sarà un incontro tra il Comune di Novara e i proponenti (gruppo Yard di Milano, ndr.), il giovedì successivo è in programma un confronto sul tema con tutte le società sportive.

L’ampio progetto interessa oltre 130mila metri quadrati che vanno dallo stadio ‘Silvio Piola’ al bocciodromo coperto. «Lunedì – spiega il sindaco Alessandro Canelli – ci incontreremo con i proponenti per discutere di una serie di interventi per complessivi 40 milioni di euro. Un progetto, voglio precisare, sul quale non esistono dettagli essendo in fase di definizione. L’obiettivo punta nella direzione di andare a valorizzare un’area ad ampia vocazione sportiva riqualificando gli spazi esistenti e tutti quelli che fino ad oggi non sono stati utilizzati».

 

 

 

Nello specifico lo stadio ‘Piola’, con il mantenimento della sola Tribuna, verrà dotato di nuovi settori Curve e Distinti completamente coperti. Interventi corposi sono previsti al Dal Lago e alla vecchia piscina coperta trasformata in zona fitness con palestra su due piani. Il bocciodromo Bermani diventerà un’area food e commerciale mentre l’attività sportiva verrà trasferita in toto in via Brera. Qui una serie di tensostrutture sui campi già esistenti permetterà di giocare in ogni stagione con qualsiasi condizione meteo. Per il tennis il Piazzano verrà ampliato, opere di manutenzione straordinaria interesseranno anche lo stadio Provini del baseball mentre rimane un punto interrogativo sull’hockey prato che potrebbe esser trasferito in altra parte della città. Il campo di atletica Gorla manterrà la pista con la zona centrale interessata dal campo di calcio per Juventus Club e San Giacomo.

In un secondo step, quello di giovedì prossimo, l’incontro con le società sportive. «Tutte le società – conclude Canelli – possono stare tranquille. Quando verranno determinati i dettagli si troverà una idonea soluzione per tutti. E’ un progetto di grande interesse pubblico, per rigenerare tutta l’area allo scopo di restituire impianti dignitosi per andare a soddisfare le esigenze dell’intero sistema sportivo novarese».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati