Calcio Sport

Calcio, la questione ripescaggi arriva sui tavoli di Palazzo Chigi

Novara, Catania, Ternana, Pro Vercelli e Siena hanno inviato un documento comune al sottosegretario con delega allo sport Giancarlo Giorgetti. Le società chiedono l'adozione di "un provvedimento straordinario che azzeri tutti i contenziosi e provveda al reintegro di tutte le società escluse dal campionato di serie B"

C’è anche il Novara, insieme a Catania, Ternana, Pro Vercelli e Siena, tra le società firmatarie del documento comune inviato a Giancarlo Giorgetti. I cinque club chiedono al sottosegretario con delega allo sport l’adozione di “un provvedimento straordinario e nell’esercizio delle funzioni di vigilanza ad esso attribuito, al fine di azzerare tutti i contenziosi attualmente in essere e, conseguentemente, provvedere al reintegro di tutte le società escluse dal campionato di serie B”. Una precisa e inderogabile richiesta, dunque, sottoscritta a cinque mani dalle società che rientrano nel novero delle possibili ripescabili tra le quali, nonostante sia pure rientrata in gioco dopo l’ultima sentenza del Collegio di Garanzia del Coni, non figura l’Entella. La questione ripescaggi è già sui tavoli di Palazzo Chigi, ormai è un caso nazionale. Ieri su queste colonne abbiamo riepilogato le prossime date di ridiscussione dei vari ricorsi sia al Tar che al Coni. Ad oggi tuttavia, mentre tutte le squadre sopracitate (ora in serie C) hanno visto prontamente rinviati dalla Lega Pro i rispettivi prossimi match in calendario fino alla 3a giornata, la serie B continua a rimanere a 19. Stasera, tra l’altro, si gioca l’anticipo tra Benevento-Salernitana che aprirà il 4° turno della cadetteria che si completerà domani. Il presidente della Lega Pro Gravina ha nel frattempo confermato che, al netto di qualsiasi decisione verrà presa nei prossimi giorni, tutte le società interessate dai ripescaggi rimarranno ferme fino al weekend del 29/30 settembre. Dopo quella data  la serie C al completo scenderà in campo rendendo vano ogni possibile successivo ricorso. E finalmente si potrà parlare di calcio vero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati