Sport

Fondazione Castello, premi agli esempi sportivi tra gli esuli giuliano-dalmati

Domenica 10 febbraio, ore 17.30, verranno premiati Giovanni Udovicich e Giuliano Koten con la possibilità di ammirare alcune foto storiche degli sportivi, esuli o discendenti di esuli, che hanno portato il tricolore ai più alti livelli sportivi

La Fondazione Castello di Novara, in collaborazione con il Comune, la società Novara Calcio e l’Azienda Turistico locale della Provincia di Novara e con il patrocinio della Provincia di Novara, organizza per le 17.30 del 10 febbraio, Giornata del Ricordo, un evento dedicato agli sportivi giuliano-dalmati. In questa occasione saranno premiate due glorie dello sport di origine giuliano-dalmata che hanno lasciato un segno nella memoria degli sportivi novaresi e non solo: Giovanni Udovicich e Giuliano Koten.

Significative le due motivazioni ai riconoscimenti: per Giovanni Udovicich ‘l’esempio magnifico di attaccamento sportivo alla bandiera del Club, nel riflesso dell’amor patrio delle genti istriane e dalmate mai spento nonostante l’esilio’ mentre nel caso di Giuliano Koten ‘l’esempio straordinario di passione sportiva e dell’indomito spirito tipico degli esuli giuliani e dalmati’.

 

 

 

“L’amor di patria – spiega il Presidente della Fondazione Il Castello di Novara Massimiliano Atell – può assumere molte forme, anche quella della combinazione fra passione sportiva, maglia azzurra e tricolore. Nel caso degli atleti che sono dentro la storia dell’esilio dai confini orientali, tutto questo assume un significato particolare”. In questa occasione sarà anche possibile ammirare alcune foto storiche degli sportivi, esuli o discendenti di esuli, che hanno portato il tricolore ai più alti livelli sportivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,