Spettacolo & Eventi

L’Accademia di perfezionamento è al Teatro Coccia

Due corsi rivolti a cantanti lirici e a direttori d'orchestra che avranno inizio a ottobre e che permetteranno di entrare a far parte delle produzioni del Teatro

Reso noto il calendario della prossima stagione e aperta la biglietteria per la sottoscrizione degli abbonamenti, il lavoro del Teatro Coccia non si ferma e prosegue con un’attività rivolta agli “addetti ai lavoro”. A ottobre, infatti, aprirà l’Accademia di perfezionamento di canto lirico e direzione d’orchestra, con due corsi rivolti a professionisti del settore che daranno modo di entrare a far parte delle produzioni del teatro.

«Il corso rivolto ai cantanti lirici di ogni nazionalità, con un’età massima di 32 anni – spiega il direttore del Teatro, Matteo Beltrami – ha lo scopo di perfezionare tecnica lirica vocale e interpretativa ed è finalizzato  formare il cast che eseguirà “Gianni Schicchi”, l’opera pucciniana che andrà in scena il 14 e il 16 dicembre. Sono previsti tre periodi di studio: una settimana ottobre, una a novembre e due a dicembre con un corpo docenti formato da cantanti, registi, direttori d’orchestra e insegnanti di canto. Il corso è completamente gratuito, viene solo richiesta una tassa di iscrizione con i diritti di segreteria intorno ai 30 euro».

Le domande dovranno pervenire entro il 24 settembre  tramite mail all’indirizzo accademia@fondazioneteatrococcia.it. Per quanto riguarda l’Accademia per la direzione d’orchestra, invece, le iscrizioni dovranno essere inviate entro l’8 ottobre: «Il corso sarà a pagamento – prosegue Beltrami – perchè dovrà esserci un’orchestra a disposizione, quindi i costi sono superiori. Anche in questo caso sono previsti tre fasi: il primo con lo studio della partitura di Rigoletto e della tecnica di direzione d’orchestra applicata al repertorio operistico; il secondo che prevede lo studio di Gianni Schicchi e due giorni di prova pratica con l’Orchestra del Conservatorio Cantelli di Novara: questo porterà a scegliere un candidato che dirigerà una delle due repliche dell’opera in programma a dicembre. Un terzo e ultimo periodo tra aprile e maggio con lo studio di La Traviata, ultima opera in cartellone. Al termine del corso sarà selezionato un candidato a cui sarà affidato un concerto nella stagione 2019/2020».

Tutte le informazioni sono disponibili ai link https://www.fondazioneteatrococcia.it/concorso-3/https://www.fondazioneteatrococcia.it/concorso-4/.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Consigliati