Spettacoli

Successo sardo per il Rigoletto novarese

Esportata al Teatro Comunale di Sassari la produzione della Fondazione Teatro Coccia: «Una delle aperture più felici»

Ha debuttato venerdì 9 novembre, e replica oggi pomeriggio, al Teatro Comunale di Sassari il Rigoletto di Verdi che al Coccia di Novara ha trionfato in apertura di stagione lo scorso 10 ottobre.

Una produzione tutta del Teatro novarese: «Siamo molto soddisfatti – commenta Matteo Beltrami, direttore musicale del Coccia che a Sassari ha diretto l’orchestra Ente Concerti Marialisa de Carolis  -. Questo Rigoletto è stato una delle aperture più felici perchè il progetto iniziale ha corrisposto perfettamente con il prodotto finale. Inoltre aver ripreso questo spettacolo in un altro teatro, ci ha permesso di migliorare alcuni dettagli: sull’esperienza di Novara, abbiamo messo a punto alcuni aggiustamenti che hanno fatto sì che questa opera fosse ancora più apprezzabile».

La regia, affidata a Paolo Gavazzeni e Piero Maranghi, ha riproposto lo stesso allestimento rinascimentale facendo registrare numerosi apprezzamenti (la cornice del boccascena, va ricordato, è stata realizzata dai novaresi Cosimo Bertone e Matteo Capobianco); i due protagonisti maschili sono stati interpretati dal bulgaro Vladimir Stoyanov, Rigoletto, mentre Giulio Pelligra ha vestito i panni del Duca di Mantova, voce nota al Teatro Coccia per aver preso parte a La Rivale nel 2016 e Il viaggio a Reims nel 2015; il conte di Ceprano è stato Francesco Leone e il paggio la giovane Veronica Abozzi. Il resto del cast è rimasto lo steso: Aleksandra Kubas-Kruk (Gilda), Andrea Comelli (Sparafucile), Sofia Janelidze (Maddalena), Serena Muscariello (Giovanna e la contessa di Ceprano), Fulvio Fonzi (Monterone), Stefano Marchisio (Mariullo), Didier Pieri (Borsa).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati