In locandina Spettacoli&Eventi

Studenti protagonisti al NovaraJazz

La nuova edizione del festival sta per cominciare. Tante le collaborazioni, ma in modo particolare spiccano quelle con l'istituto Ravizza, il liceo artistico e musicale Casorati, e il liceo classico e linguistico Carlo Alberto

La 15^ edizione del NovaraJazz è alle porte. Dopo un inverno intenso che ha visto “l’incoronazione” dei due direttori del festival, Corrado Beldì e Riccardo Cigolotti, a Novaresi dell’Anno e la costituzione dell’Orchestra di periferia, ora di aprono le danze della stagione estiva che comincerà il 24 maggio, con un’anticipazione il 19 nel cortile della Canonica, per terminare il 10 giugno.

Un evento che il sindaco Alessandro Canelli, durante la conferenza stampa di oggi alla Fondazione Bpn, ha definito come «uno straordinario esempio di promozione del territorio, un punto di riferimento nello sviluppo delle politiche culturali della città»; un’organizzazione riconosciuta a livello europeo tanto da essersi aggiudicata l’assegnazione dell’European Jazz Conference 2019, l’evento internazionale che raccoglie musicisti, artisti, direttori, gestori di locali, etichette discografiche e agenti, per la prima volta in Italia e per la prima volta a Novara.

Due le novità principali di questa edizione: il Taste NovaraJazz che, in collaborazione con l’Atl, permetterà di assistere a undici concerti in altrettante cantine o aziende agricole sorseggiando un bicchiere di vino o di birra, assaggiando i prodotti tipici del territorio, tra cui il riso Razza 77, preparati dagli studenti dell’istituto alberghiero Ravizza. Quest’anno la manifestazione sarà rivolta anche ai più piccoli con il Kids NovaraJazz realizzato in collaborazione con la libreria La Talpa: laboratori, momenti di ascolto e letture per i bambini.

Sempre in tema di partecipazione, il NovaraJazz collaborerà con altre due scuole: gli studenti del liceo artistico e musicale Casorati daranno una mano alla realizzazione degli allestimenti mentre quelli del liceo classico e linguistico Carlo Alberto faranno da Cicerone agli artisti stranieri e non che saranno in città per i loro concerti.

I tre weekend sono stati suddivisi per aree tematiche: il primo, in occasione del Festival della natura e della Giornata della biodiversità, si svolgerà tra i parchi in mezzo alla natura; il secondo tornerà in città tra il Broletto, la Basilica di San Gaudenzio, la Cupola, la Biblioteca Negroni e il Museo Faraggiana e l’ultimo fine settimana si terrà fra il Castello, le piazze, e le strade con l’immancabile Street NovaraJazz il 9 e 10 giugno.

NovaraJazz sarà in rete anche con la cultura e l’arte. Due i momenti al Circolo dei Lettori e alla libreria Lazzarelli, mentre la mostra di Gaudenzio Ferrari allestita al Broletto seguirà delle aperture straordinarie fino alle 21.30 giovedì 31 maggio, venerdì 1, sabato 2, giovedì 7, venerdì 8 e sabato 9 giugno. È inoltre aperta la campagna di Instawalk che premetterà a tutti di fotografare ogni momento del festival e pubblicare le proprie immagini su Instagram con gli hashtag #passeggiatralenote #ingersnovara #novarajazz.

Il catalogo di questa stagione sarà dedicato a Filippo Rodolfi, direttore dell’Orchestra di Periferia, scomparso pochi giorni fa.

Il programma completo sarà a breve consultabile sul sito http://www.novarajazz.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,