In locandina Spettacoli&Eventi

Sei sedie sul palcoscenico per “Le Notti di Cabiria”

Questa sera a Casa Bossi secondo appuntamento con al rassegna teatrale. Le porte apriranno come sempre alle 19, in programma l'inaugurazione del progetto Lab Experience che intende offrire un percorso guidato interattivo in alcune stanze nella splendida Villa Antonelliana

Una serata ricca di eventi e uno spettacolo imperdibile “Sempre domenica” della premiata Compagnia romana i Controcanto Collettivo, Premio In Box 2017. sono queste le premesse del secondo appuntamento di “Le Notti di Cabiria” a Casa Bossi. Sul palco, stasera alle 21, sei voci e un intrico di vite: al microscopio la trama sottile dei moti e delle ambizioni dell’animo umano. Sempre domenica è un lavoro sul lavoro. Sei attori su sei sedie, che tessono insieme una trama di storie, che aprono squarci di esistenze incrociate. Sono vite affaccendate nei quotidiani affanni, vite che si arrovellano e intanto si consumano, che a tratti si ribellano eppure poi si arrendono, perché in questo carosello di moti e fallimenti è il lavoro a suonare la melodia più forte, quella dell’ineluttabile, dell’inevitabile, del così è sempre stato e del sempre così sarà.

La regia è di Clara Sancricca. Lo spettacolo “Sempre domenica” sarà accessibile alle persone non vedenti e ipovedenti grazie al progetto “Le Notti per Tutti”, curato da Cabira Teatro e dall’Unione Italiana Ciechi e non vedenti di Novara e sostenuto dalla Fondazione Cominità Novarese. Per tutta la serata sarà sempre aperto il bar.

A precedere lo spettacolo due importanti momenti. A partire dalle 19 verrà inaugurato il progetto Casa Bossi Lab Experience, che intende offrire un percorso guidato interattivo in alcune stanze nella splendida Villa Antonelliana e che avrà come protagonisti alcuni dei personaggi più famosi e particolari che negli anni hanno abitato la casa stessa, come ad esempio Olga Biglieri, la prima aviatrice donna in Italia, o Sebastiano Vassalli.

Lo spettatore potrà visitare alcune stanze della casa interagendo con esse, potrà attivare riproduzioni audio/video tramite alcune precise azioni che sarà invitato a compiere. Il progetto, è frutto di un percorso di alternanza scuola-lavoro, e vede il coinvolgimento diretto degli alunni e delle alunne del Liceo Artistico Casorati e dell’Istituto Tecnico Tecnologico Fauser sia nella sua fase progettuale che in quella realizzativa. Saranno loro le guide che accompagneranno il pubblico in questo viaggio interattivo. L’accesso al pubblico sarà gratuito. Il percorso si potrà compiere solo durante le serate de “Le notti di Cabiria a Casa Bossi”. L’accesso sarà possibile dalle 19 alle 20.50.

A creare un “trait d’union” tra lo spettacolo che parla di lavoro e questo percorso interattivo sarà l’incontro-tavola rotonda a partire dalle 20 e che avrà come titolo “Tecnologia, arte, vita”: c’è vita dopo la tecnologia? Ed è migliore o peggiore di prima? Queste le tematiche principali che verranno toccate. A tessere le fila di questo ricco dibattito ci saranno diversi e importanti ospiti.
Emilio Billi, fondatore della A3Cube, impresa che si occupa della produzione di Super Computer, e il cui lavoro oscilla tra gli Stati Uniti, e Galliate dove la A3 Cube ha la sua sede italiana; Andrea Buda insegnante di “Gestione di progetti e organizzazione di impresa” al Fauser di Novara; Ignazio Buscemi, insegnante di “Discipline grafiche e pittoriche” al Casorati di Novara; Aldo Sebastiani, delegato e coordinatore territoriale Fisac Cgil, membro del direttivo della Camera del lavoro di Novara.

Continua la collaborazione con gli scrittori di No-Antologia di racconti su Novara curata da Luca ottolenghi che presenterà il racconto “La vacca” di Luca Colombo ambientato sotto i portici dei locali in piazza Martiri. E per finire, ci sarà la Book’s Lottery, per regalare libri intelligenti in maniera demenziale.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,