Eventi&Cultura In locandina Spettacoli&Eventi

NovaraJazz fa il doppio questa settimana

Stasera appuntamento Taste of Jazz all'Opificio con Ermanno Novali Trio mentre domenica mattina al Piccolo Coccia Aperitivo... in jazz insieme ad Aquaphonica

Doppio appuntamento questa settimana con la stagione invernale di NovaraJazz. Questa sera, giovedì 14 novembre, alle 20.30 all’Opificio Cucina e Bottega appuntamento Taste of Jazz con Ermanno Novali Trio (Ermanno Novali pianoforte, Luca Pissavini contrabbasso, Matteo Milesi batteria). Un progetto di musica originale tra scrittura e improvvisazione estemporanea. Il suono del trio è caratterizzato dalla fusione del jazz afroamericano “[…. dal] tocco europeo che gli rende l’unicità della forma” con suggestioni musicali come il rock o il progressive, che rappresentano il background dei componenti del trio, appartenenti a una generazione che ama fondere e confondere i linguaggi musicali.

 

 

L’improvvisazione che tende verso la sperimentazione non si ferma davanti alla struttura, ma ogni volta si arricchisce di sfumature e scelte musicali impreviste che definiscono l’originalità dello sviluppo dei brani con la fondamentale sinergia tra i tre musicisti che sono in continuo dialogo. Il trio vanta partecipazioni a noti festival jazz e ha avuto occasione di aprire al trio internazionale Tingvall Trio. Il primo album Passacaglia è pubblicato nel 2018 da Emme Record Label e contiene brani a firma di Ermanno Novali e Matteo Milesi, oltre alla rilettura di The Boxer di Simon & Garfunkel e dello standard Dear Old Stockholm.

Domenica 17 novembre alle 11.30 al Piccolo Coccia Aperitivo in… Jazz in collaborazione con Fondazione Teatro Coccia: Aquaphonica (Federica Colangelo pianoforte, Michele Tino sax alto, sax tenore, Marco Zenini contrabbasso, Ermanno Baron batteria), un progetto della pianista e compositrice Federica Colangelo, iniziato nel 2010 con musicisti con base ad Amsterdam. Gli interessi, le influenze e le conoscenze della pianista hanno radici in ambiti diversi e lontani tra loro, spingendo conseguentemente la sua ricerca e il suo studio in direzioni non lineari.

Nel suo linguaggio riconosciamo la musica di compositori americani ed europei del ventesimo secolo, la musica seriale, il jazz, la musica classica del Sud dell’India (Carnatica). Da quest’ultima ha estrapolato tempi irregolari, modulazioni metriche, strati ritmici e scomposizioni; elementi e tratti caratteristici che sono oggi il filo conduttore e punto di unione nella musica composta per questo progetto.

Il concerto sarà preceduto da un aperitivo nel foyer del Teatro Coccia alle 11 e introdotto da una “storia di jazz” del giornalista e scrittore Gianni Lucini. Ingresso: 10 euro (degustazione + concerto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati