Eventi&Cultura Spettacoli&Eventi

Neri Marcorè diventa il “Signor G” sul palco del Faraggiana

L'attore marchigiano, accompagnato dal musicista Domenico Mariorenzi, ha fatto tappa a Novara con il suo spettacolo “Quando c’era Gaber”

L’acqua e il freddo sono rimasti fuori. Dentro il Faraggiana ci ha pensato Neri Marcoré a scaldare e trascinare il pubblico, che ha gremito il teatro di ogni ordine di posto, nel suo spettacolo L’attore marchigiano, accompagnato dal musicista Domenico Mariorenzi, ha fatto tappa a Novara con il suo spettacolo “Quando c’era Gaber”, terzo appuntamento della stagione e inserito nella rassegna “Faraggiana Pop” in scena giovedì 14 novembre.

 

 

Sul palco l’attore e cantante marchigiano ha volutamente sconfinato, omaggiando, oltre al celebre “Signor G”, anche Fabrizio De Andrè proponendo nei bis conclusivi alcune sue canzoni, tra cui “Hotel Supramonte” (con un chiaro riferimento all’esperienza del sequestro) e “Il pescatore”, pezzo accompagnato dal ritmato battito delle mani degli spettatori.

Per il resto Marcoré, ottimamente supportato dal musicista Domenico Mariorenzi, ha affrontato un lungo viaggio nell’universo delle canzoni di Gaber, intervallando i brani musicali a dialoghi con la platea, all’insegna di quel “teatro canzone” che aveva visto l’artista milanese assoluto protagonista. Non sono mancati, nei testi parlati e cantati, accenni politici (opportunamente contestualizzati), iniziando, con molta autoironia, dal proprio nome («Neri è un nome proprio fiorentino, ma non tutti lo sanno») e da quello del suo compagno di scena («Non è parente dell’ex premier»). E poi la democrazia e la partecipazione. Ovvio a questo punto la presentazione della celebre “La libertà”, forse un po’ meno trascinante dell’originale (interpretata al Coccia dallo stesso Gaber a metà degli anni ’90) ma ugualmente suggestiva. Perché prima di tutto lo scopo di spettacoli come questo, che il Faraggiana ha prodotto in collaborazione con la Fondazione Gaber di Milano, sono quelli di mantenere viva la memoria di un pezzo (e non solo) della storia musicale del nostro Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati