In locandina Spettacoli&Eventi

“C’era l’Acca” fa sold out al Sant’Andrea di Pernate

Domani sera la compagnia di Bellinzago porta in scena lo spettacolo “I ragazzi irresistibili”

Dopo la prima di dicembre a Cameri, torna sul palco del Teatro Sant’Andrea di Pernate la compagnia “C’era l’Acca” di Bellinzago con lo spettacolo “I ragazzi irresistibili”.

Tutto esaurito per domani, sabato 19 gennaio, alle 21.15. Con la regia di Toni Mazzara in scena Filippo Spatola, Roberto Boggio, Marco Bolazzi, Erica Verzotti e Dilva Rossi. Voci fuori campo Gino Cinotti, Toni Mazzara ed Eleonora Calamita. Scenografie di Teresio Gavinelli e Dilva Rossi; consulenza musicale, audio e luci Gino Cinotti; logistica Dilva Rossi e Marco Cottini.

«La commedia – spiegano i protagonisti – narra le vicende di una celebre coppia di comici che, dopo 43 anni di onorata carriera e 11 anni di inattività, si ritrovano in occasione di uno show televisivo che li vuole celebrare come star del varietà. Il tentativo di “reunion” però non è facile: le invidie, gli antichi dissapori, le nevrosi che hanno portato i due a evitarsi accuratamente da quando la coppia si è sciolta riaffiorano senza pietà, rendendo la prova del loro “cavallo di battaglia” un vero disastro. Scritto nel 1973 dal grande commediografo americano Neil Simon, recentemente scomparso, il testo de “I ragazzi irresistibili” ha trovato nel 1975 la via del grande schermo con Walter Matthau e George Burns, in un film che ebbe un successo strepitoso conquistando quattro Golden Globe e un Premio Oscar. Il motivo di questo trionfo sta probabilmente nella sapiente miscela tra i valori comici del varietà e i sentimenti di poetica nostalgia che portano lo spettatore a ridere e commuoversi, spesso quasi contemporaneamente».

Il gruppo continua il suo percorso di successo confrontandosi con una pièce famosa: «Una nuova sfida per la compagnia “C’era l’Acca” – proseguono – che, indagando i comportamenti e le reazioni dei due anziani Willy e Al, si trova ad affrontare temi universali come la paura della morte o dell’oblio, ma che orgogliosamente sfida, con le armi che ha sempre utilizzato: il sarcasmo, l’ironia, la battuta al vetriolo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,