In locandina Spettacoli&Eventi

Al Faraggiana e alla Negroni una giornata per De Andrè

Due appuntamenti che celebrano i vent'anni dalla morte del grande cantautore genovese: un incontro a partire dal testo “De André il corsaro” e un concerto con i Sognattori e a Dedalo

Al Teatro Faraggiana e alla Biblioteca Negroni una giornata dedicata alla figura di De Andrè. Oggi, giovedì 10 gennaio, sono due gli appuntamenti organizzati per celebrare i vent’anni dalla morte del grande cantautore genovese: alle 18 alla Negroni Gianni Cerutti, basandosi sul libro “De André il corsaro”, percorrerà quella «cattiva strada» percorsa da De André come luogo deputato di un’etica corsara, porto franco dove il potere non arriva. Come scrive la Pivano nel libro, «Fabrizio De André scelse di percorrere per farsi poeta dei diseredati, puro anarchico, perché l’anarchico deve cominciare con l’essere buono: ecco queste illusioni molto ottocentesche di credere ancora che c’è qualcuno buono… Fabrizio era un buono, accidenti se era buono». L’incontro avrà un taglio molto letterario e non mancherà un accenno al rapporto tra De André e Bob Dylan.

Alle 21 concerto al Faraggiana attraverso la vasta produzione di De André con la Compagnia Sognattori composta da Chiara Baragioli (voce), Fabio Mazzotti (voce), Luca Germiniani (percussioni), Claudio Guida (sax – flauto), Daniele Mennella (chitarra), Lorenzo Scendrate (contrabbasso), Gianni Uda (chitarra), Fabrizio Villa (armonica a bocca), Giacomo Zamponi (violino). Mariarosa Franchini e Sara Mennella (voci recitanti) che si esibirà insieme all’orchestra giovanile della scuola di musica Dedalo con arrangiamenti e direzione a cura di Wally Allifranchini. Biglietti da 15 a 10 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati