Solidarietà

Una miglior accoglienza al Maggiore grazie alle donazioni di Avo Novara

L'associazione novarese ha donato stamattina 10 nuove carrozzine destinate ai pazienti del Pronto Soccorso e 2 poltrone per le terapie al reparto di Ematologia per un valore complessivo di 4mila euro. La presidente Danila Finzi: «Donazioni in linea con la nostra 'mission', il volontariato non va mai in vacanza»

Dieci carrozzine destinate agli utenti del Pronto Soccorso diretto da Gian Carlo Avanzi e due poltrone per le terapie dei pazienti del reparto di Ematologia diretto da Gianluca Gaidano. Al Maggiore di Novara è arrivata stamattina una doppia donazione da parte di Avo Novara (Associazione volontari ospedalieri) presieduta da Danila Finzi. «Entrambe le donazioni – spiega Finzi – sono in linea con la nostra ‘mission’ con l’obiettivo di migliorare l’accoglienza dei pazienti e essere presenti accanto a chi soffre alleviandone la solitudine e la sofferenza della malattia».

 

 

 

La prima donazione rientra nel progetto ‘Accoglienza e Comunicazione in Pronto Soccorso’ attuato in stretta collaborazione con la direzione dell’ospedale e in sinergia con gli operatori sanitari del reparto. «Un’accurata gestione delle nostre limitate risorse – aggiunte Finzi – derivanti unicamente dalle quote sociali, dall’introito del 5×1000 e da alcune erogazioni liberali, hanno permesso di raggiungere l’importo di 4mila euro necessari all’acquisto di carrozzine e poltrone».

Insieme ai 150 volontari Avo c’è il coinvolgimento di alcuni studenti iscritti al 1° e al 2° anno di Medicina dell’Upo, in un percorso che ha valenza per il percorso formativo dei futuri medici, e altri delle ultime due classi ad indirizzo socio-sanitario dell’Istituto Ravizza.

«La generosità di Avo – sostiene Mario Minola, diretto dell’Aou Novara – consente al nostro ospedale di migliorare l’accoglienza dei pazienti e merita ogni nostro apprezzamento e ringraziamento».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati