Solidarietà

Agorà Donatello, 300 ore di servizi alla persona

I numeri dei vari servizi erogati al centro, tra prestazioni sanitarie, didattiche e informative, indicano una stima di 300 ore a persona al mese

Questo slideshow richiede JavaScript.

Agorà Donatello, 300 ore di servizi alla persona, 62 ore di servizi alla persona a settimana. Negli ultimi mesi è stato questo l’impegno messo in atto dal centro polifunzionale di Piazza Donatello. E’ l’ultima stima elaborata dai responsabili del progetto GAD – Generazioni Donatello. Una media di oltre 300 ore al mese, alle quali bisogna aggiungere i corsi di musica che si tengono in alcuni periodi dell’anno a cadenza quindicinale, l’apertura una domenica al mese per il mercatino dell’Assopace, le feste, i cineforum e tanto altro.

Sono infatti sempre più numerosi gli eventi straordinari, come l’incontro e la mostra Art of rights promossa da Amnesty International con Giuriform e AIGA. In questa occasione il centro polifunzionale di piazza Donatello ha ospitato le opere vincitrici del concorso, organizzato per i ragazzi delle scuole superiori della provincia, diventando così per la prima volta anche sede di un evento culturale a tutto tondo.

 

 

«Difficile fare una stima esatta degli accessi e dei singoli servizi erogati – spiegano i responsabili del progetto GAD – Generazioni Donatello, attivato da oltre un anno con il sostegno finanziario della Fondazione Cariplo e della Fondazione della Comunità del Novarese – ma è certo che la Croce Rossa, da gennaio a ottobre dell’anno scorso, aveva contato 672 prestazioni, tra misurazioni della pressione, del tasso glicemico, controlli, medicazioni e altri interventi. Da maggio scorso ad aprile di quest’anno i laboratori di supporto didattico e gli incontri di Arteterapia promossi da Attivalamente hanno avuto 188 accessi, mentre il nostro sportello informativo di Agorà Donatello, attivato proprio grazie al Progetto GAD, ha invece intercettato oltre 300 richieste, delle quali 144 sono state poi indirizzate ai servizi del CAF- Patronato Epas, 92 allo sportello consumatori Tutelattiva, 33 alle consulenze legali e di mediazione civile di Giuriform, mentre le rimanenti sono state gestite direttamente o indirizzate ad altri servizi presenti nel centro polifunzionale o altrove, perché cerchiamo di fare rete anche con altre realtà di assistenza e servizio sociale con le quali siamo in contatto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,