Salute

Al “Maggiore” una nuova apparecchiatura di avanguardia

Si chiama "Cone Beam” ed è utilizzata nella diagnosi delle patologie cranio-facciali. Ë stata acquistata grazie al contributo della Fondazione Bpn

È una nuova tecnologiia nell’ambito della Tomografia computerizzata, si chiama “Cone Beam”,  e permette significativi miglioramenti nella prevenzione, diagnosi e terapia delle patologie cranio-facciali, soprattutto nel settore oncologico.

Grazie al contributo economico della Fondazione BPN, da ieri l’Ospedale “Maggiore” si è dotato di una nuova apparecchiatura di questo tipo.

Il costo dell’apparecchiatura radiologica, euro 143.716,00, è stato interamente finanziato dalla Fondazione Banca Popolare di Novara per il territorio, presieduta dall’avvocato Franco Zanetta.

La strumentazione si inserisce nell’ambito del progetto “Nuove tecnologie ed attività di eccellenza nell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Novara”, promosso negli anni scorsi in collaborazione con la Fondazione BPN per il territorio, per rispondere alle esigenze di innovazione tecnologica e sviluppo delle attività di eccellenza dell’ospedale novarese.

Sotto la regia del direttore del dipartimento Servizi diagnosi e cura, professor Alessandro Carriero, l’apparecchiatura a disposizione diventerà un nuovo strumento di precisione per favorire i percorsi diagnostico-terapeutici delle strutture   Chirurgia maxillo-facciale, diretta dal prof. Arnaldo Benech,   Odontoiatria, diretta dal prof. Pier Luigi Foglio Bonda  e  Otorinolaringoiatria, diretta dal prof. Paolo Aluffi Valletti.

Anche in questo caso, l’azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della Carità” conferma il suo ruolo di riferimento per le prestazioni di elevata specializzazione per la popolazione del Piemonte orientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati