Salute Tempo libero

“Mettiamo in ordine le idee”, cultura e scienza incontrano la città

Quattro appuntamenti al Cantelli con personalità di spicco che parleranno di grandi temi della professione medica, dell'etica, della natura umana. Primo appuntamento venerdì 15 febbraio alle 21 con lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi

“Mettiamo in ordine le idee”, cultura e scienza incontrano la città. Quattro incontri per un appuntamento giunto al suo sesto anno e che per la nostra città è divenuto un’attesa tradizione. Il ciclo di conferenze Mettiamo in ordine le idee, patrocinato dal comune di Novara e organizzato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Novara che prenderà il via dal 15 febbraio, consentirà di fare divulgazione scientifica tra i cittadini.  Incontri con personalità di spicco del mondo della cultura su grandi temi della professione medica, dell’etica, della natura umana seguendo il tema comunicazione parola chiave di inizio secolo. Tutte le serate, sempre di venerdì, si terranno all’Auditorium Cantelli con ingresso libero dalle 21.

Il primo appuntamento è in agenda il 15 febbraio con lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi, seguito il 15 marzo dall’esperta in Comunicazione e Coaching Rosy Falcone, il 10 maggio con relatore lo storico medioevalista Battista Beccaria per finire il 7 giugno con ospite Roberto Burioni specialista in Immunologia clinica.

L’appuntamento del 15 marzo è realizzato in collaborazione con la Fondazione Comunità Novarese come evento speciale in occasione della “Settimana del cervello” (fissata dall’11 al 17 marzo) che si propone di richiamare l’attenzione sul funzionamento del cervello e sugli sviluppi che la ricerca ha avuto con il trascorrere degli anni. Coordinata dalla European Dana Alliance for the Brain in Europa, dalla Dana Alliance for the Brain Iniziatives e dalla Society for Neuroscience negli Stati Uniti, la ‘Settimana Mondiale del Cervello’ è il frutto di un coordinamento internazionale al quale partecipano le Società Neuroscientifiche di tutto il mondo e, dal 2010, anche la Società Italiana di Neurologia.

 

 

 

FCN sostiene l’iniziativa anche con lo scopo di promuovere e raccogliere donazioni per i suoi tre Fondi che riguardano l’ambito delle neuroscienze: il Fondo per la Ricerca sulle Malattie del Motoneurone e della Mielina (che promuove iniziative di ricerca, studio e attività clinica nel campo delle malattie del Motoneurone e della Mielina. Il livello di condivisione da parte della comunità novarese delle finalità perseguite dal Fondo, in dieci anni, si è rivelato molto alto), il Fondo Enrico Geuna per la Neurochirurgia (promosso in memoria del professor Enrico Geuna, luminare nel campo della neurochirurgia che, giunto all’Ospedale di Novara nel 1968, contribuì a creare una scuola d’eccellenza di fama nazionale. Il Fondo promuove iniziative di ricerca, studio e attività clinica nel campo della neurochirurgia, svolte sul territorio. Il Fondo si propone anche di permettere all’equipe neurologica novarese di accrescere i già alti standard professionali) e il  Fondo Alzheimer: Assistenza, Formazione, Ricerca (destinato alla promozione di progetti e iniziative riguardanti l’assistenza, la formazione e la ricerca sulla malattia di Alzheimer, realizzati da Associazione Malati di Alzheimer Novara Onlus).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,