Provincia Trecate

Seconda Guerra mondiale: a Trecate il film che racconta la storia Scout

E' uscito in alcune sale d'Italia lo scorso 30 settembre e ora fa tappa in città. I ragazzi del clan hanno organizzato una serata che inizia alle 19

Il 30 settembre è stato proiettato in 200 sale d’Italia e poco per volta sta facendo tappa nelle varie città. E ora è la volta di Trecate. Venerdì 22 novembre al cineteatro Silvio Pellico dopo le 21 verrà proiettato il film “Aquile randagie”, che racconta il coraggio di alcuni scout che, durante la Seconda Guerra Mondiale, a fronte del divieto di associazionismo imposto dal fascismo, decisero di portare avanti le attività scout in segreto, trovando rifugio per i loro campi estivi in una piccola e inaccessibile valle a due passi da casa nostra: la val Codera.

 

 

La serata però non comincia però con il film, ma il gruppo Scout di Trecate, in modo particolare i ragazzi più grandi del clan “fiume d’argento”, ha organizzato un evento che ha come filo conduttore il coraggio delle scelte.

L’appuntamento  con il grande schermo è alle 21 in punto con la proiezione del cortometraggio “Licenza di fuggire”, frutto del lavoro iniziato un anno fa in cui i ragazzi si sono confrontati sul tema dell’immigrazione attraverso il metodo dello scoutismo: incontrando persone, ascoltando testimonianze e facendo servizio attivo. La conclusione di questo percorso è la produzione di questo corto avvenuto grazie anche alla collaborazione attiva di tiwi, un’agenzia di comunicazione che gratuitamente ha aiutato i ragazzi a costruire il corto dall’ideazione della trama fino alla costruzione vera e propria del filmato. In “tv” ma anche in esposizione: i ragazzi hanno allestito una piccola mostra, visitabile dalle 20, che racconta il lavoro di tutto l’anno.

Sia film sia cortometraggio parlano di un tema ben preciso: il coraggio delle scelte, in un insieme di linguaggi e musiche molto particolari.

Serata di informazioni e ricca di sapere (per partecipare servirà donare una piccola cifra), ma anche una serata di condivisione: a margine dell’evento, a partire dalle 19, i giovani propongono anche un’apericena preparato e offerto dagli stessi ragazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati