Cronaca Provincia

Le giornate della Memoria attraversano il novarese

Tante le iniziative in programma a Novara e provincia. Incontri, convegni, spettacoli e proiezioni cinematografiche per ragazzi e adulti

Sono tantissimi gli appuntamenti a Novara e provincia in occasione dei giorni della Memoria, per ricordare lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici nei campi di sterminio nazisti. Di seguito il programma completo.

A Novara,  il 27 gennaio ore 11 (giornata nella quale ricorre la liberazione di Auschwitz) l’Amministrazione sarà presente al reparto ebraico del cimitero urbano, dove sarà deposta una corona d’alloro. Sarà inoltre reso omaggio al monumento degli internati, sempre all’interno del cimitero urbani. Le iniziative istituzionali e collaterali organizzate per il Giorno della Memoria si svolgono con la collaborazione con la Comunità ebraica di Vercelli-Biella-Novara-Verbano Cusio Ossola, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia, l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel novarese e nel Verbano Cusio Ossola “Piero Fornara”, Assoarma, Centro Novarese Studi Letterari e Circolo dei Lettori.

A Romagnano Sesia il 25 gennaio è in programma lo spettacolo multimediale ‘Mai più. Nella mattinata per i ragazzi della scuola secondaria di primo grado e alla sera per la cittadinanza presso la sala consiliare del Comune

A Galliate, invece, è in calendario il 26 gennaio al Castello Visconteo Sforzesco lo spettacolo ‘Ricordate che questo è stato’ in collaborazione con l’Associazione musicale Beato Stefano Bandello di Castelnuovo Scrivia.

Il comune di Meina, in collaborazione con la Biblioteca Civica e con la sezione didattica dell’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea di Novara organizza per giovedì 24 dalle 10 alle 12 per scuola secondaria di primo grado Fernando Diaz ‘Le leggi razziali in Italia e la persecuzione sul lago Maggiore’ quindi il 27 gennaio un ncontro con la cittadinanza presso il sito dell’ex Hotel Meina

A Romentino domenica 27 gennaio alle ore 16, in collaborazione con il Coordinamento donne SPI Novara e VCO, presso il Centro culturale Arch. Pio Occhetta ‘Letture e interpretazioni accompagnate da azioni sceniche denominate ‘Dalla strage di Meina alla Shoah’ quindi il 31 gennaio alle ore 10 l’incontro con Claudio Colombo, autore del libro ‘Niente è stato vano’, con i ragazzi della scuola media

Gli appuntamenti proseguono anche a Maggiora il 29 gennaio: in collaborazione con il Gruppo Alpini incontro presso la Biblioteca Comunale con le classi della scuola primaria con la testimonianza del maggiorese Andrea Cantoni

 

 

 

 

Il Comune di Sizzano organizza per domenica 27 una corteo dalla piazza principale del paese alla sede municipale e commemorazione presso la Sala Consiliare mediante lettura di brani e testi collegati ed eventuali proiezione di materiale fotografico

A Borgomanero, in collaborazione con la Fondazione Achille Marazza onlus, il 24 gennaio presso l’Auditorium di Via Aldo Moro, 13 incontro per gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado ‘Il futuro della memoria’ con relatore Giovanni Cerutti, direttore scientifico dell’Istituto Storico della Resistenza di Novara. Dalle 9 alle 11 con le classi terze delle scuole secondarie di primo grado a seguire con gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Venerdì 25, ore 17, al Salone d’Onore della Fondazione Marazza, conferenza e presentazione libro sulla poesia della Shoah di Tesio introdotto da Giovanni Cerutti; in programma anche dal 17 al 31 gennaio, sempre presso la Fondazione Marazza, mostra sui lager in Europa tra le due guerre; 22 e 24 gennaio presso fonoteca Fondazione Marazza film per ragazzi; il 3 febbraio la Fondazione Marazza organizza una visita alla Sinagoga di Vercelli. È previsto un ulteriore evento presso la scuola primaria di Santa Cristina organizzato dall’Istituto Storico della Resistenza di Novara

Il Comune di Castelletto Ticino il 25 gennaio presso la scuola media Serafino Belfanti ospita Elena Mastretta, responsabile sezione didattica Istituto Storico della Resistenza, in un incontro con gli studenti delle classi terze per una riflessione sulle leggi razziali. Lo stesso giorno, presso il Municipio, serata per la cittadinanza sul tema delle leggi razziali, IMI, deportazione

A Carpignano Sesia il 31 gennaio presso la scuola secondaria di primo grado, Elena Mastretta, responsabile sezione didattica Istituto Storico della Resistenza, incontrerà gli studenti per parlare di leggi razziali e bambini.

L’Amministrazione comunale di Trecate commemora le vittime della Shoah (sterminio del popolo ebraico) e delle foibe (uccisione indiscriminata di istriani e dalmati di origine italiana) sensibilizzando i trecatesi. Al cine-teatro ‘Silvio Pellico’, a cura della Parrocchia ‘Maria Vergine Assunta’ e introdotti da Franco Peretti, saranno proiettati i film La sig.ra dello zoo di Varsavia diretto da Niki Caro e Red Land (Rosso Istria) di  Maximiliano  Hernando Bruno. Alla scuola ‘Cassano’, in aula magna, lunedì 28 gennaio alle 11 si terrà il ricordo delle vittime della Shoah con la presenza di Rossana Ottolenghi, figlia di Rachel Behar, sopravvissuta alla strage nazista di Meina a cui è dedicato l’Istituto comprensivo trecatese. Domenica 10 febbraio, inoltre, alle 11 si terrà l’intitolazione del piazzale di via Murello ai ‘Martiri delle Foibe’ perché non si dimentichino mai le sofferenze patite da tanti italiani alla fine del secondo conflitto mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati